CremonaFiere, zootecnia d’avanguardia tra convegni ed eventi

Un ricco programma tecnico scientifico quello che offrirà la Fiera di Cremona quest’anno. Gli obiettivi principali: ampliare il network internazionale, ottenere aggiornamenti professionali, creare nuove occasioni di business. Appuntamento dal 25 al 28 ottobre

Nella foto, un momento dell'edizione 2016.

Le Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona sono un appuntamento fieristico specializzato in Italia sulla zootecnia e rappresentano lo strumento più efficace per entrare in contatto diretto con le maggiori imprese dell’agroalimentare.
L’appuntamento di quest’anno è fissato da mercoledì 25 a sabato 28 ottobre prossimi a Cremona, presso il polo fieristico della città.
Ogni anno le Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona rinnovano il proprio programma scientifico avvalendosi di alcune delle realtà più importanti e prestigiose nell’ambito della ricerca e dello sviluppo (il programma scientifico della prossima edizione è già disponibile sul sito della fiera zootecnica  internazionale in Italia http://www.bovinodalatte.it/). Insieme ai principali attori del settore dell’allevamento saranno presentate le soluzioni per la zootecnia d’avanguardia: sistemi innovativi, management aziendale, analisi del mercato, visioni sul futuro del settore, nuove tecnologie. Gli eventi tecnico scientifici. Anche quest’anno CremonaFiere ha organizzato oltre 70 eventi, fra workshop, seminari, convegni e presentazioni, dedicati ai temi dell’agrozootecnia, e più in particolare a:

- zootecnia di precisione;
- agricoltura digitale;
- economia circolare e sostenibilità ambientale;
- tecnologia del latte;
- filiera della produzione suinicola;
- bioenergie;
- nuove tecnologie e innovazioni in ambito agricolo e zootecnico;
- veterinaria;
- mostre zootecniche.

Gli eventi durante la manifestazione rappresentano il momento in cui la community di aziende, operatori e clienti si incontra, ma CremonaFiere lavora tutto l’anno al fianco delle aziende e degli operatori del settore. Al mercato e agli espositori offre infatti l’opportunità di inserirsi in un ampio circuito che culmina nella manifestazione ma che vede un percorso più articolato lungo tutto l’anno. Ad esempio: visite alle aziende; workshop; interventi con case history aziendali in convegni e seminari di CremonaFiere. E durante la manifestazione: workshop; presentazione di novità; iniziative speciali; interventi con case history aziendali in convegni e seminari di Cremonafiere. In particolare quest’anno gli operatori del settore avranno a disposizione quattro aree speciali tematiche (Milk Village, Bio Village, Techno Village, BioEnergy Village) in cui approfondire i principali temi dell’allevamento e dell’agricoltura e scoprire le nuove soluzioni per le loro aziende.

Milk Village
Il Milk Village è un’area speciale con l’obiettivo di mostrare concretamente le innovazioni tecniche e tecnologiche nel settore lattiero caseario, e dare nuovi spunti agli operatori professionali per sviluppare nuovi business.
Il Milk Village ospita:
- uno spazio espositivo dove è possibile scoprire i sistemi e le soluzioni più innovative della filiera del latte;
- un programma di workshop e dimostrazioni pratiche sui temi più attuali del settore realizzati grazie al contributo scientifico delle più qualificate associazioni, istituzioni e centri di ricerca.
Per ulteriori informazioni, visitare il sito internet http://www.bovinodalatte.it/aree-speciali/ .

Bio Village
Il Bio Village che ha esordito alle Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona 2016, si pone l’obiettivo di aiutare le aziende a saperne di più sull’allevamento di tipo bio, sia dal punto di vista tecnico e tecnologico, sia sotto l’aspetto normativo e del mercato. Il Bio Village ospiterà aree espositive in cui gli espositori delle Fiere Zootecniche potranno presentare particolari soluzioni e sistemi per l’agricoltura e l’allevamento bio, e un’area workshop in cui approfondire i temi più attuali del settore. I workshop saranno realizzati in collaborazione con le più qualificate istituzioni e centri di ricerca tra cui il Crea-Flc di Lodi.
Per ulteriori informazioni, visitare il sito internet http://www.bovinodalatte.it/aree-speciali/ . 

Techno Village
Il Techno Village è un’area speciale in cui spiegare, fare vedere e toccare con mano le tecnologie e le soluzioni degli espositori delle Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona. CremonaFiere ha studiato quest’area per rispondere all’esigenza delle aziende espositrici di presentare nel migliore dei modi le loro novità, e dal, punto di vista dei visitatori, per trovare riunite in un’unica sede le news più significative.
I settori coinvolti sono: fienagione, lavorazione del terreno, trattamenti, spandiliquame e fertilizzazione, semina, raccolta, soluzioni per l’agricoltura di precisione (gps, isobus, sistemi di guida assistita, sistemi di guida automatica, monitoraggio delle rese e della qualità delle produzioni, sistemi di mappatura, telemetria), trasporto e movimentazione prodotti, carri unifeed, trattori, mungitura, conservazione e trasformazione alimenti zootecnici, sistemi di climatizzazione in stalla, distribuzione di alimenti alternativi al carro unifeed, sistemi energetici.
Per ulteriori informazioni, visitare il sito internet http://www.bovinodalatte.it/aree-speciali/ .

BioEnergy Village
Il BioEnergy Village è lo spazio che le Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona dedicano al confronto professionale per lo sviluppo di una filiera integrata e sostenibile per la produzione di bioprodotti: un corner specifico riservato alla presentazione delle ultime novità del settore e alla discussione delle azioni strategiche per la valorizzazione delle filiere bioenergetiche. I proprietari degli impianti alimentati da fonti energetiche rinnovabili e gli operatori del settore – tutti presenti tra gli oltre 60mila visitatori delle Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona – sono alla ricerca di risposte e soluzioni in tema di: upgrading, efficientamento, service, management di processo, management d’impianto, fiscalità, nuovi sbocchi di mercato, utilizzo dei sottoprodotti (feed2food).
Per ulteriori informazioni, visitare il sito internet http://www.bovinodalatte.it/aree-speciali/ .

 Expocasearia
La Fiera internazionale del bovino da latte di Cremona (72a edizione), si arricchisce di manifestazioni satellite: la Rassegna suinicola di cremona (21a edizione), l’International poultry forum (5a edizione), il Bioenergy (7a edizione), l’Expocasearia (7a edizione) (tutte le informazioni sulle manifestazioni sul sito internet http:// www.bovinodalatte.it/). In particolare, quest’ultima rappresentra un salone in continua crescita, che punta i riflettori sulle attrezzature e sui sistemi di produzione e commercializzazione dei derivati del latte (formaggi, ma anche yogurt e gelati).
Expocasearia è uno strumento indispensabile per chi vuole sfruttare le nuove modalità esistenti per aumentare il reddito aziendale. L’area espositiva conta ogni anno oltre 100 aziende che propongono il meglio delle tecnologie per la piccola trasformazione, che sempre più si rivela un valore aggiunto per la filiera del latte.
Tra i numerosi macchinari esposti spiccano i minicaseifici, protagonisti di un trend in continua crescita che si sta allargando anche alla ristorazione: locali attrezzati con piccoli laboratori di produzione hanno aperto ormai in tutta Italia.
A Expocasearia si trovano: macchinari e strumenti per la lavorazione di latte e formaggi, packaging, ingredienti, sistemi di analisi e controllo, mungitrici, frigoriferi, soluzioni per il trasporto, modalità di distribuzione, programmi di igiene, controllo qualità, microbiologia, linee complete, gestione dello smaltimento, certificazione della qualità, servizi di consulenza, centri di formazione, editoria, enti e istituzioni. Accanto alla sezione espositiva, Expocasearia propone ogni anno un programma di workshop e seminari mirati. Come realizzare un mini caseificio? Quanto costa? Cosa può produrre? Quanto rende? A chi conviene? Queste sono le domande più frequenti delle aziende agricole (e dei ristoranti) che percepiscono le potenzialità del settore e vogliono esserne protagoniste. Per entrare in un comparto così dinamico è necessario infatti uno specifico know how su: normativa, gestione, costi, mercato e scenari futuri. Expocasearia è il posto ideale per mettere a disposizione delle aziende agricole queste conoscenze. Inoltre la manifestazione propone dimostrazioni di pratica lattiero casearia dedicate agli allevatori e anche ai privati cittadini all’interno dell’area tematica denominata Milk Village (vedi paragrafo “Milk Village”).
Per ulteriori informazioni, visitare il sito internet www.bovinodalatte.it .

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome