Da Topcon Agriculture: l’agricoltura di precisione parla italiano

Parte strategica della giapponese Topcon, Topcon Agriculture nel 2017 ha spostato la sua sede mondiale a Torino

Topcon Agriculture è una società leader nell’agricoltura di precisione, i cui sistemi vengono montati da decine di costruttori di macchine agricole in tutto il mondo, per il livello di tecnologia, praticità e robustezza. L’adozione degli standard Isobus e di piattaforme aperte, sviluppate particolarmente in Europa, consente di condividere dati tra sistemi e programmi diversi, all’insegna della comunicazione in un’agricoltura che cambia. Topcon Agriculture propone una gamma completa di soluzioni, a partire dai monitor “X” di ultima generazione, dotati delle funzioni più evolute e trasferibili su tutti i tipi di mezzi agricoli, per garantire la massima efficienza a ogni cantiere di lavoro, dalle lavorazioni alla concimazione, dalla semina all’irrorazione di fitofarmaci, dalle sarchiature alla raccolta, con un’infinita compatibilità con tutte le marche di attrezzi agricoli.


Ma l’agricoltura di precisione non è solo guida automatica dei trattori. Topcon Agriculture propone soluzioni integrate, con un nuovo concetto di gestione, che si basa sull’acquisizione di dati anche nel settore zootecnico. Il “precision feeding” assume un’altra connotazione, se l’azienda zootecnica è in grado di tracciare e valorizzare la qualità dei foraggi e le reali esigenze della mandria e/o del singolo capo. Con questo spirito Topcon Agriculture oggi è in grado di proporre poliSpec, un sensore Nir sviluppato dalla italianissima ITPhotonics, in grado di fornire l’analisi delle colture durante la fase di raccolta, montato su mietitrebbie, trince, imballatrici ecc.
Interfacciato a sistemi X25 o X35 tramite Isobus, è in grado di fornire una mappa delle caratteristiche qualitative per una miglior valutazione del prodotto raccolto. Lo stesso strumento può essere utilizzato per l’analisi degli alimenti zootecnici o installato sul carro unifeed, nella preparazione e monitoraggio della razione. PoliSpec viene usato anche nell’analisi delle deiezioni o del digestato, per un utilizzo agronomico mirato di queste risorse. L’agricoltura di precisione può quindi essere applicata con il massimo dei benefici anche nelle aziende zootecniche e nella produzione di bioenergie, alla ricerca del miglior risultato qualitativo ed economico. Il miglioramento dei risultati passa dalla dieta personalizzata e prima ancora dalla qualità dei foraggi raccolti, gestita in maniera variabile in funzione della potenzialità produttiva e della dotazione dei terreni.
Le soluzioni Topcon Agriculture crescono di pari passo con le esigenze della moderna agricoltura: in tal senso, Tap, la nuova piattaforma totale Topcon Agriculture, fornisce una soluzione razionale a questa necessità, una vera e propria banca dati e un nuovo sistema gestionale che raccoglie e gestisce tutto il flusso di dati tra le macchine e l’ufficio: dati di telemetria e agronomici, mappe di produzione e vigore, mappe di prescrizione e rapporti di lavoro, confini dei campi e linee di guida ecc.
Tutto a portata di mano, su computer, tablet, cellulare, in un unico strumento per ottenere il massimo risultato dall’azienda agricola, zootecnica e agromeccanica.

In occasione dell’evento in campo Nova Agricoltura

Per avere maggiori informazioni sui prodotti Topcon partecipa all’evento in campo organizzato da Edagricole in collaborazione con il Crea di Lodi “Nova Agricoltura Filiera mais e zootecnica di precisione” che si terrà a Lodi, presso il Crea, Centro di ricerca Zootecnia e Acquacoltura, a Cascina Baroncina (via della Baroncina) il giorno 27 settembre.
L’evento si svolgerà in due sessioni, una mattutina e una pomeridiana:

  • Mattina: visita guidata al caseificio sperimentale di Cascina Baroncina; tour guidato “Macchine al lavoro” nel campo di mais adiacente Cascina Baroncina, al silo e alla stalla; tour guidato “Zootecnia di precisione”: precision feeding, sensoristica su animali, gestione dati.
  • Pomeriggio: Tavola rotonda: “I punti critici della filiera del silomais, dal campo alla stalla al caseificio.  La trinciatura, l’insilamento, l’alimentazione delle bovine, la qualità del latte, la caseificazione”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome