Eurotier, le innovazioni premiate dalla fiera

eurotier
La mega fiera tedesca della zootecnia ha assegnato gli Innovation Award 2016. Un riconoscimento attribuito alle migliori tra le nuove soluzioni per l’allevamento presentate dagli espositori. La rassegna si terrà in novembre

Sono 25 le innovazioni produttive che hanno vinto il premio “Innovation Award Eurotier 2016”, assegnato da Dlg per conto della grande fiera zootecnica di Hannover (Germania). E tra queste c’è anche una soluzione tecnologica proposta da una ditta italiana, la Dinamica Generale di Poggio Rusco (Mn).

Un comitato di esperti indipendente, nominato dalla Dlg (Società tedesca per l’agricoltura), ha deciso quali sono le tecnologie, o le tecniche, vincitrici di questo premio scegliendole tra 251 innovazioni zootecniche precedentemente approvate in base alle loro caratteristiche di novità e di utilità.

Il premio EuroTier Innovation Award 2016 si distingue poi in oro o argento, ma questa specificazione, per i 25 vincitori, verrà annunciata solo in occasione della cerimonia ufficiale; questa si terrà il 14 novembre 2016, in concomitanza con l’apertura ufficiale della fiera Eurotier. Dunque il giorno prima che la fiera apra le sue porte ai visitatori (il 15 novembre).

Ecco comunque, citate con lo stesso ordine di apparizione scelto dalla fiera, le venticinque innovazioni premiate. E le motivazioni che hanno indotto Eurotier ad attribuire proprio a esse il riconoscimento.

Poultry Star (Biomin GmbH, Getzersdorf, Austria)

Instaurare e stabilizzare una sana flora intestinale è un aspetto essenziale della salute degli animali, negli allevamenti avicoli. Poultry Star agisce su questi importanti obiettivi sia durante la colonizzazione intestinale iniziale, appena dopo la schiusa dei pulcini dalle uova, sia nelle eventuali successive ricolonizzazioni, ad esempio dopo un ciclo di trattamenti antibiotici.

Poultry Star è un integratore alimentare appositamente sviluppato per il pollame sulla base di un multi-deformazione simbiotica specifica dell’ospite; promuove la prima colonizzazione intestinale e una sana flora intestinale.

L’efficacia del prodotto si basa sull’uso combinato di microrganismi probiotici accuratamente selezionati e frutto-oligosaccaridi prebiotici. Questa combinazione è in grado di aumentare la resilienza dei pulcini di un giorno e del pollame di qualsiasi età nei confronti dei microbi patogeni.

Il prodotto ottimizza la colonizzazione microbica dell’intestino degli avicoli e migliora entrambi i parametri complessivi di immunità e prestazioni, come l’aumento di peso e l’efficienza di alimentazione.

Il prodotto ha ricevuto nel 2015 l’approvazione europea come stabilizzatore della flora intestinale. È disponibile in due formulazioni: per l’uso negli alimenti miscelati e per la somministrazione via acqua di bevanda.

“Easy!Force”, pistola per idropulitrici (Alfred Kärcher Vertriebs GmbH, Winnenden, Germania)

Nelle pistole idropulitrici ad alta pressione convenzionali, il grilletto è tirato manualmente verso l’impugnatura della pistola per attivare il flusso di acqua. Ciò richiede una notevole forza delle dita e una corrispondente contropressione dal palmo della mano, che può causare affaticamento o addirittura distorsioni durante un’applicazione prolungata.

Questo è il motivo per cui Kärcher ha sviluppato la sua nuova pistola idropulitrice EasyForce, pistola per idropulitrici con acqua ad alta pressione calda e fredda. La funzione di questa pistola si basa su un capovolgimento del principio convenzionale; cioè il palmo della mano è utilizzato per spingere il grilletto verso l’impugnatura della pistola per dare inizio al flusso dell’acqua. Una volta che la leva di sicurezza della pistola sia stata rilasciata, il dito e la resistenza della mano sono richiesti solo per breve tempo per metter in funzione la pistola.

Durante l’uso continuato, una minima contropressione applicata dal palmo della mano contro l’impugnatura della pistola è sufficiente a mantenere e guidare un costante spruzzo d’acqua ad alta pressione.

Appena il palmo della mano ha sollevato l’impugnatura del grilletto, il flusso di acqua si arresta immediatamente, grazie a una piccola leva di sicurezza. Una volta che l’operatore è pronto per continuare il lavoro, la leva di sicurezza della pistola viene semplicemente rilasciata e lo spruzzo di acqua può essere attivato un’altra volta attraverso una leggera pressione dalla palla della mano.

Clip-On (Akroh Industries B.V., Zwolle, Olanda)

In molti allevamenti di bovine da latte è pratica standard per identificare le vacche utilizzare numeri applicati sui loro collari; numeri facilmente leggibili facilitano l’identificazione visiva. Tuttavia, i numeri sui collari delle vacche spesso si sporcano, si danneggiano o addirittura vengono persi. E il fissaggio o la sostituzione di singoli numeri possono richiedere molto tempo, gli animali hanno bisogno di essere trattenuti per consentire la rimozione dei loro collari quando spesso i collari non avrebbero nemmeno bisogno di essere smontati completamente.

Ora, i numeri di identificazione Clip-On di Akroh Industries possono rendere questo processo molto più facile. Con questi prodotti, collari possono rimanere sul collo delle vacche se i numeri devono essere cambiati o completati. I numeri da sostituire possono essere rimossi con una pinza universale, e nuovi numeri sono semplicemente tagliati sul collare.

Ciò si traduce in meno stress per gli animali, in quanto può non essere ancora necessario trattenere le vacche. I vantaggi per gli addetti di stalla sono la riduzione dello sforzo e del tempo da dedicare a questa operazione, così come la possibilità di aggiungere facilmente i codici di colore per la identificazione visiva.

Cuddle Box (Spinder B.V., Harkema, Olanda)

Molti produttori di latte separano vacche e vitelli subito dopo la nascita, al fine di prevenire le infezioni. Tuttavia, ci sono vantaggi significativi se alle bovine viene permesso di leccare i propri neonati: i vitelli asciugano più rapidamente e il loro sistema circolatorio viene stimolata; inoltre c’è un certo numero di processi ormonali nella vacca madre che promuovono la lattazione.

Il Cuddle Box della Spinder assicura un facile e sicuro contatto tra le vacche madri e il loro vitelli (“cuddle” significa abbraccio affettuoso, coccole) e tra gli agricoltori e le vacche madri.

La parte anteriore del Cuddle Box comprende un box di plastica, in cui vitelli neonati possono essere posizionati in modo sicuro e pulito. Le vacche possono facilmente raggiungere i propri vitelli attraverso le sbarre di testa. Un lungo cancello battente accanto al box permette alla vacca di essere trattenuta da una sola persona facilmente e in modo sicuro.

Le vacche nel Cuddle Box sono ben raggiungibili dagli operatori di stalle e possono anche essere munte, tutto in modo semplice e sicuro.

Smart Calf System Förster-Technik, Engen, Germania)

I cambiamenti nei modelli di consumo d’acqua una riduzione nell’assunzione dei liquidi sono di solito i primi segni della malattia nei vitelli e spesso si verificano prima che si sviluppino altri sintomi visivamente identificabili. Tuttavia, è generalmente difficile rilevare cambiamenti nel comportamento e una riduzione dei volumi di liquidi assunti, in particolare in allevamenti di grandi dimensioni o con cambiamenti del personale. Inoltre cercare di individuare un particolare vitello in un vasto allevamento costituisce un’ulteriore sfida.

Ora, lo Smart Calf System (sistema intelligente per il vitello) proposto da Förster-Technik offre una gamma completa di moduli per il monitoraggio dei vitelli sia continuamente durante il giorno sia direttamente quando assumono latte o acqua. Il sistema permette anche la localizzazione elettronica dei vitelli.

Lo Smart Calf System comprende tre moduli: Smart drink station, Smart neckband station (neckband: collare) e Smart water station. E raccoglie i dati importanti per la salute e il monitoraggio del vitello direttamente dagli stessi animali, compresi i dati sull’attività e sui contatti col capezzolo.

Smart neckband: il sistema incorpora un modulo con display a led sul collare smart, che facilita la rapida localizzazione di animali per il loro monitoraggio. Azioni eseguite su vitelli possono poi essere confermate tramite feedback direttamente sul collare smart.

La stazione Smart water, il terzo modulo del sistema, consente di registrare elettronicamente l’assunzione d’acqua da parte dei singoli animali.

Milchtaxi 4.0 - Milk Taxi (Holm & Laue GmbH & Co. KG, Westerrönfeld, Germania)

In molti allevamenti di bovini da latte, il latte deve essere trasportato ai vitelli anche attraversando distanze considerevoli. Questa è la situazione in cui i cosiddetti milk taxi entrano in gioco.

Tuttavia, se i programmi di alimentazione specifici per gli animali devono essere attuati muovendosi con il secchio di alimentazione, l’uso di taxi latte richiede personale che conosca bene gli animali, soprattutto quando vi è un gran numero di vitelli .

Ora, il Milchtaxi 4.0 della Holm & Laue permette di alimentare i vitelli in base a curve di alimentazione adeguate all’età, anche se i vitelli sono stabulati individualmente. I singoli pen numbers vengono riconosciuti automaticamente tramite gli smart id, e i vitelli sono poi nutriti con latte in base alle loro singole curve di alimentazione. Gli utenti devono solo premere un pulsante di controllo, e il volume predefinito di latte viene consegnato al secchio.

Questo sistema permette di alimentare tutti i vitelli con grande precisione e di documentare accuratamente i volumi di latte utilizzati o necessari. Il volume del latte nel recipiente viene visualizzato con precisione e il sistema calcola la quantità necessaria di latte in polvere e acqua.

Il Milchtaxi 4.0 trasmette il suo stato corrente di funzionamento, vale a dire il livello di riempimento del contenitore del latte, la temperatura e i processi in corso, come il riscaldamento e la pastorizzazione, al computer aziendale via wifi tramite la app CalfGuide. dati vengono quindi registrati e documentati sul computer dell’azienda per garantire una chiara registrazione di chi è stato alimentato quando e come.

Triomatic T40 New Edition, con nuovo sistema di taglio (Trioliet B.V., Oldenzaal, Olanda)

Uno dei principali rischi durante la rimozione dell’insilato è che la qualità del materiale che non è necessario può scadere, cosa che comporta generalmente riscaldamento secondario e successive perdite di qualità. Nei sistemi di alimentazione automatici, questo problema può verificarsi anche con blocchi di insilato o balle fornite all’impianto.

La società olandese Trioliet B.V. ha sviluppato un nuovo sistema di taglio all’avanguardia con frese per affrontare questo problema. In combinazione con la Triomatic T40 New Edition, questo sistema permette al foraggio di essere rimosso dai sili o dalle balle con una minima perdita di insilato residuo, per garantire che gli scadimenti qualitativi a causa di riscaldamento secondario siano ridotti al minimo. Inoltre, il sistema mantiene sostanzialmente la struttura del foraggio rimosso e permette al foraggio essere rimosso con precisione superiore, con oscillazioni contenute in un intervallo di +/- 2 kg, un range che precedentemente era difficile da raggiungere.

Trioliet aggiunge che sono le basse le esigenze di manutenzione e di energia sono ulteriori vantaggi del suo innovativo prodotto.

Wicky (Wasserbauer GmbH Fütterungssysteme, Waldneukirchen, Austria)

Scoprire i silos per la rimozione di insilato e ricoprirli di nuovo dopo la rimozione non solo è cosa laboriosa, ma anche non priva di pericolo. Soprattutto con silos alti, in cui vi è un rischio di caduta dal bordo. Tuttavia, l’insilato dovrebbe essere ricoperto nuovamente fino al bordo anteriore dopo la rimozione del foraggio, altrimenti la qualità si riduce.

Ora però la copertura per insilati Wicky, sviluppata da Wasserbauer GmbH, presenta un nuovo approccio per arrotolare automaticamente il telone sul silos mobili, anche con teloni di diverse forme e dimensioni.

Questa nuova soluzione presenta una serie di vantaggi sostanziali rispetto alla rimozione completamente manuale dei teloni di copertura dell’insilato. Il rischio che un addetto possa cadere dal bordo del silos è ridotto al minimo; inoltre reti, sacchi di sabbia e altri oggetti posti sul telone possono già essere rimossi nella fase iniziale.

Inoltre, il sistema Wicky aiuta a mantenere elevata la qualità dell’insilato da problemi che sostanzialmente possono comprometterla come il riscaldamento secondario superficiale o la presenza di uccelli, ecc. Questo è ottenuto attraverso il riavvolgimento automatico del telone di copertura dell’insilato, in linea con la richiesta di alimento.

Altre caratteristiche da sottolineare sono il radiocomando per attivare e controllare l’unità a batteria e la capacità di utilizzare teloni convenzionali per insilati senza alcun adattamento speciale per il sistema Wicky.

Pasteur HT 250 (Martin Förster GmbH, Engen, Germania)

Il colostro pastorizzato non solo ha una carica microbica più bassa, ma le immunoglobuline contenute in esso sono anche assorbite meglio che non dal colostro fresco. Il nuovo Pasteur HT 250 è stato sviluppato appositamente per soddisfare le esigenze di allevamento dei vitelli durante le prime settimane della loro vita.

Il Pasteur HT 250 si avvale di un processo di riscaldamento a breve termine ad alta temperatura con flusso continuo a temperature di 72 °C e 75 °C con tempi di riscaldamento da 15 a 30 secondi.

Il sistema è in grado di pastorizzare sia colostro dalla seconda mungitura sia latte contenente colostro senza causare coagulazione del latte.

Il latte viene raffreddato a temperatura di bevanda nello scambiatore di calore subito dopo la fase ad alta temperatura. Questa catena di processo viene eseguito in modo continuo. Il latte pastorizzato viene scaricato dal dispositivo Pasteur a temperatura di bevanda e può essere fornito immediatamente ai vitelli neonati con la garanzia di rifornirli di anticorpi importanti.

V-Ready to Feed Optical Mix Control (Bernard van Lengerich Maschinenfabrik GmbH & Co. KG, Emsbüren, Germania)

Il Ready to feed Optical Mix Control, di Bernard van Lengerich, è un sistema di misurazione ottico che utilizza la tecnologia di elaborazione delle immagini assistita da computer per valutare l’omogeneità delle miscele di alimenti nei carri miscelatori durante il processo di miscelazione, con risultati visualizzati agli operatori tramite un sistema a semaforo.

Questo produttore offre quindi un nuovo sistema che offre agli operatori un’indicazione della omogeneità delle miscele di mangimi in tempo reale durante il processo di miscelazione, cosa che consente di standardizzare e ottimizzare i tempi di miscelazione.

La consueta valutazione soggettiva della qualità di miscelazione mediante ispezione visiva è quindi sostituita dalla valutazione di parametri oggettivamente misurati. Questo a sua volta impedisce che el vacche selezionino l’unifeed, riduce cambiamenti indesiderati nella struttura dell’unifeed causati dal processo di miscelazione e minimizza il consumo energetico.

Visiomix (Dinamica Generale spa, Poggio Rusco - Mn - Italia)

Il Visiomix di Dinamica Generale è un sistema che funziona con le tecnologie di elaborazione delle immagini assistita da computer; registra e valuta i cambiamenti strutturali nell’unifeed all’interno dei carri miscelatori in tempo reale durante il processo di miscelazione.

Il nuovo sistema Visiomix permette quindi di identificare cambiamenti strutturali indesiderati durante il processo di miscelazione, consentendo agli operatori di rispondere regolando la durata del processo di miscelazione o aggiungendo altri ingredienti. Una svolta rispetto alla vecchia modalità di valutazione della miscelazione, che si applicava solo al prodotto finito nella mangiatoia, utilizzando un setaccio o un altro dispositivo di classificazione delle dimensioni delle particelle.

Fin qui la descrizione di Visiomix da parte di Eurotier, ma ne riparleremo più a fondo nel prossimo articolo.

Tappetini per vacche Tarsa (Gummiwerk Kraiburg Elastik GmbH & Co. KG, Tittmoning, Germania)

Relativamente ai tappetini per cuccette, le richieste riguardanti durata del materiale da una parte e il livello di comfort che forniscono alle vacche dall’altra sono essenzialmente diametralmente opposti. Cioè un elevato comfort dell’animale è spesso compensato da breve durata e viceversa. Questo non è il caso però dei tappetini per vacca Tarsa recentemente sviluppati da Gummiwerk Kraiburg Elastik.

Questi tappeti sono sostanzialmente diversi dai tappetini in gomma convenzionali in termini di materiale di selezione, progettazione e costruzione. I tappeti Tarsa, che consistono in tre strati realizzati in diverse mescole di gomma e schiuma, comprendono zone di diversi gradi di morbidezza.

Un’innovazione particolarmente suggestiva è la zona tarsale, completamente ridisegnata nel terzo posteriore di questi nuovi tappeti. Questa zona è formata da cavità semi-sferiche fatte di gomma vergine di alta qualità per fornire elasticità e morbidezza superiore. Il materiale è stato appositamente progettato per una grande durata e per buone proprietà di essiccazione. Le vacche sono in grado di riposare le loro articolazioni tarsali con una pressione minima.

Einstreu-Meister / Bedding Master (Hartmann GmbH & Co. KG, Edelsfeld, Germania)

Il trasporto e la diffusione di una lettiera è una operazione fisicamente dura e monotona; inoltre è spesso causa di stress per le vacche da latte, in quanto comporta l’intrusione nelle loro aree di riposo da parte di persone non conosciute e di veicoli.

L’Einstreu-Meister è un dispositivo semovente su rotaia per il trasporto automatizzato di paglia tritata ai gruppi di vacche e per la sua distribuzione. L’Einstreu-Meister è dotato di comandi a sensori brevettati, che consentono di identificare i gruppi singoli e di distinguere tra gruppi occupati da vacche gruppi vuoti. Se è presente una vacca si attende a distribuire la lettiera.

I volumi di lettiera non distribuiti in gruppi occupati sono documentati in un database e quindi serviti durante uno dei giri successivi, non appena i rispettivi scomparti sono vuoti.

Questo processo viene ripetuto finché il volume predefinito di assestamento è stato fornito a tutti i gruppii. Il sistema è combinato con riempimento e carico della stazione. Si tratta insomma di un sistema robotizzato intelligente.

CulinaFlex (Big Dutchman International GmbH, divisione suinicola, Vechta, Germania)

L’alimentazione automatica dei suinetti da latte richiede sistemi di alimentazione in grado di assicurare un livello di igiene particolarmente elevato. È essenziale che i residui di alimentazione vengano ridotti al minimo e che venga impedita l’aspirazione dell’aria, in quanto ciò può causare deterioramento dell’alimento. Big Dutchman ha sviluppato CulinaFlex, nuova valvola di igiene per le tubazioni del sistema di alimentazione del maialino da latte, al fine di affrontare entrambe le sfide.

La valvola CulinaFlex rimane chiusa tra due successivi arrivi di alimento per impedire che l’aria esterna penetri il tubo di scarico. Come risultato, il tubo non si secca e conserva un ambiente anaerobico. Al momento della successiva alimentazione, l’aria viene rilasciata e l’alimento può nuovamente passare attraverso il tubo.

PiggyCheck (Meier-Brakenberg GmbH & Co. KG, Extertal, Germania)

Il peso di vendita svolge un ruolo centrale nella commercializzazione dei suini da macello. L’applicazione PiggyCheck, sviluppata dalla società Meier-Brakenberg, è un nuovo software basato sull’intelligenza artificiale che utilizza una telecamera 3D per determinare direttamente, senza contatto, il peso e la conformaizone del corpo dei suini da ingrasso mentre i maiali rimangono nel loro box. Questo facilita notevolmente il processo di classificazione dei suini da ingrasso prima della macellazione.

Gli utenti possono anche avere il sistema per ottenere ulteriori informazioni sui pesi di particolari tagli del maiale.

Il software può essere eseguito su smartphone convenzionali o tablet con telecamere 3D. Crea immagini singole o sequenze video di suini dalla fotocamera, dalle quali poi genera immagini di profondità. Le immagini possono essere catturate da sopra, di lato o in diagonale, e le informazioni sul peso di un animale vengono visualizzate sullo smartphone o tablet degli utenti non appena sono state prese le immagini.

Il software fornisce quindi un suggerimento di marketing sotto forma di un display semaforo. I dati raccolti tramite PiggyCheck sono memorizzati nel Cloud e possono essere utilizzati per un’analisi più dettagliata. Dopo che gli animali sono stati macellati, i loro dati sono confrontati con i dati del peso vivo raccolti in precedenza per consentire agli utenti di trarre ulteriori conclusioni per quanto riguarda la genetica e i regimi alimentari sulla base di statistiche precise. Le conoscenze acquisite da questo processo possono quindi essere incorporate in futuro processo decisionale.

PiggyCheck è disponibile sotto forma di un abbonamento mensile che può essere annullato in qualsiasi momento. I costi di investimento si limitano ad acquistare l’hardware necessario. I principali vantaggi della innovativa applicazione PiggyCheck rispetto agli approcci convenzionali sono portabilità, notevoli vantaggi di gestione del lavoro e ottimizzazione della gestione delle vendite.

Square Line (V.V.M TechTrade GmbH, Steinfeld-Mühlen, Germania)

I dispositivi di misura, in particolare quelli installati sui sistemi di trasporto degli alimenti per il bestiame, presentano regolarmente il problema che le impostazioni sono difficili da leggere durante i flussi di lavoro di tutti i giorni.

Ora però Square Line di V.V.M. TechTrade permette la installazione di distributori di misura da selezionare. I distributori di misurazione possono essere ruotati per consentir loro di essere installati sia in senso longitudinale che in senso orizzontale rispetto al tubo trasportatore. Gli allevatori possono quindi regolare la posizione dei comandi di dosaggio in modo ottimale in linea con i loro flussi di lavoro, e le impostazioni di dispenser di misurazione possono essere facilmente lette in ogni momento.

Konus, coclea di miscelazione (Tewe-Elektronic GmbH & Co. KG, Vreden, Germania)

I dispositivi mixer nei sistemi di miscelazione convenzionali per gli alimenti a secco di solito si trovano al centro delle vasche di miscelazione, da dove prendono alimenti mescolati per poi farli cadere di nuovo nel serbatoio. Questo approccio però spesso causa incrostazioni sulle pareti del serbatoio e componenti alimentari umidi da dover miscelare.

Ma con la coclea Konus di Tewe c’è un sostanziale progresso nella tecnologia di miscelazione per i sistemi di miscelazione a secco degli alimenti. La coclea, che corre lungo il bordo interno del serbatoio di miscelazione Konus, agisce sugli alimenti lungo le pareti laterali, da dove poi scende nuovamente verso l’interno. Questa inversione del flusso di lavorazione garantisce non solo che le pareti del serbatoio rimangano pulite, ma raggiunge anche una miscelazione più omogenea dei componenti. Questo è particolarmente importante quando grandi quantità di alimenti umidi, come gli insilati, devono essere incorporati.

Il sistema fornisce una miscela più omogenea, che può poi essere distribuita e misurata facilmente tramite trasportatori e dosatori. Questo a sua volta permette agli allevatori non solo di produrre miscele adatte in modo molto preciso al fabbisogno degli animali, ma anche di utilizzare sistemi di alimentazione secca con contenuti di cellulosa grezza superiori.

Chainfeed Hopper Rotodos (Tewe-Elektronic GmbH & Co. KG, Vreden, Germania)

L’utilizzo di sistemi di alimentazione automatici è diventato prassi consolidata nel settore suinicolo. Uno dei requisiti fondamentali per l’attuazione pratica dell’alimentazione automatica è un riempimento e un drenaggio affidabili di silos o serbatoi tampone, e anche una erogazione continua degli alimenti su trasportatori a catena.

Molte aziende utilizzano già tramogge per raggiungere questi obiettivi. Queste sono generalmente equipaggiate con coclee o spirali che rilasciano alimento avanzando. Tuttavia, le tramogge dispenser convenzionali spesso on riesco a essere completamente scaricate, cosa che può provocare problemi igienici indesiderati, in particolare quando l’alimentazione prevede alimenti umidi.

La Tewe azienda ha sviluppato la sua Chainfeed Hopper Rotodos, una tramoggia dispenser per silos e serbatoi tampone che è dotata di un rotore per l’erogazione di alimenti su trasportatori a catena. Il rotore motorizzato è fatto di plastica a bassa usura e fornisce otto alloggiamenti sul fondo della tramoggia dispenser. Quando il rotore ruota attorno al suo asse orizzontale, l’alimento viene uniformemente distribuito sul trasportatore a catena per tutta la larghezza della tramoggia dispenser. Questo design assicura che la tramoggia erogatore si svuoti completamente.

La tramoggia Chainfeed Rotodos può inoltre essere utilizzato come una tramoggia dispenser sotto silos. Il design del gruppo rotore consente di essere utilizzato come un portello sicuro tra il silo riempito e il trasportatore a catena.

Nutrition Easy@ (EW Nutrition, Visbek, Germania)

Gli allevatori di pollame distribuiscono comunemente prodotti (additivi) negli alloggi degli animali per migliorare le prestazioni degli animali e la loro salute. Questi possono essere dati agli avicoli tramite l’acqua potabile o l’alimento. Ma l’erogazione tramite l’acqua potabile è costosa e richiede dispositivi di misura ad alta precisione, e anche mescolare prodotti con i mangimi è generalmente troppo costoso a causa di requisiti legali rigorosi. Tuttavia, c’è da aspettarsi che l’uso di questi prodotti non potranno che aumentare.

Il sistema Nutrition Easy@ sviluppato da EW Nutrition permette di erogare prodotti direttamente nell’alimento con alta precisione. Gli additivi sono offerti come soluzioni acquose, in combinazione con un sistema di spruzzatura. Questo sistema, che è collegato alla linea di, spruzza la soluzione integratore sul mangime per uccelli in una percentuale che è controllata dalla velocità della linea di alimentazione.

Il sistema Nutrition Easy@ permette dunque di integrare l’alimentazione dell’avicolo con agenti attivi in ​​modo rapido, semplice e sicuro.

Optima E-Control (Lubing Maschinenfabrik, Barnstorf, Germania)

I sistemi di abbeveraggio per l’allevamento dei volatili sono gestiti quasi esclusivamente a basse pressioni. Tuttavia, i rapporti di pressione all’interno di questi sistemi possono variare a seconda delle fluttuazioni del rifornimento idrico, delle condizioni climatiche, dell’ora del giorno o di assunzione dell’ acqua potabile dalla linea di abbeveraggio.

Pressioni eccessivamente alte o basse a loro volta possono influenzare la funzionalità delle valvole del sistema, che può portare a render disponibile per gli uccelli o per le linee una quantità insufficiente di acqua.

Il sistema Optima E-Control monìtora e regola la pressione nelle linee d’acqua per garantire che essa rimanga costante. Questo riduce notevolmente il rischio di lettiera bagnata per gli uccelli.

Optima E-Control offre anche una funzione che attiva un allarme quando l’acqua disponibile non è sufficiente e offre una erogazione automatica. Il sistema migliora il benessere animale mantenendo lettiera asciutta e contribuisce a ridurre la produzione di emissioni di gas come ad esempio l’ammoniaca.

Polytron C300 (Dräger - Drägerwerk AG & Co. KGaA, Lubeck, Germania)

Il monitoraggio continuo delle concentrazioni di ammoniaca in stalla e il controllo della qualità dell’aria sulla base dei risultati di tale monitoraggio sono principalmente impediti dalla mancanza di sensori sufficientemente precisi e abbastanza robusti a lungo termine.

Dräger Polytron C300 è il primo sensore elettrochimico per la misura in continuo delle concentrazioni di ammoniaca in stalla che riesce ad essere sia affidabile sia stabile a lungo termine. Il processo di campionamento non richiede pompe o tubi flessibili; il campo di misura copre l’intera gamma di concentrazioni rilevanti per la stabulazione degli animali.

Il sensore è sufficientemente robusto per resistere alle condizioni ambientali in stabulazione degli animali e permette di monitorare le concentrazioni di ammoniaca durante il funzionamento pratico. I suoi dati possono essere inseriti in un software come parametri di controllo per il mantenimento di una buona qualità ambientale e la promozione del benessere degli animali.

H20 Alert (BeKoSense, Genderen, Olanda)

Gli abbeveratoi per il bestiame sono spesso soggetti allo sporco e altrettanto spesso fuori dalla vista degli operatori, soprattutto quando i bovini sono fuori al pascolo. Eppure, la disponibilità di acqua di buona qualità è essenziale per la salute e le prestazioni degli animali.

Il sistema di monitoraggio della qualità dell’acqua H2O Alert sviluppato da BeKoSense dispone di sensori che permettono di monitorare 24/7 la qualità dell’acqua potabile destinata agli animali. Il sistema di monitoraggio è accoppiato a un’applicazione che trasferisce i dati dei sistemi mobili in tempo reale e attiva allarmi come richiesto.

I valori misurati, i risultati delle analisi della qualità e pulizia dell’acqua e la temperatura dell’acqua nei sistemi di mungitura (linee di latte e serbatoi) sono inoltre memorizzati e documentati in modo continuo. Questo assicura agli allevatori, in qualsiasi momento, la disponibilità di dati utili per le analisi di business e per la documentazione di conformità.

Eartag Life (Smartbow GmbH, Weibern, Austria)

I marchi auricolari (eartags), a differenza di tutti gli altri sistemi di identificazione degli animali, rimangono sugli animali dalla nascita fino allo smaltimento. Precedenti tentativi di integrare funzioni aggiuntive a marchi auricolari, come sensori di monitoraggio animali, si sono rivelati infattibile, anche a causa della difficoltà di fornire energia sufficiente per sensori.

Ora però Eartag Life si propone come un sistema dei marchi auricolari per il bestiame che può essere utilizzato anche per l’identificazione ufficiale, la localizzazione in tempo reale e il monitoraggio della salute. Grazie al loro peso ridotto, questi marchi auricolari possono essere utilizzati sui vitelli fin dalla nascita, permettendo di raccogliere dati senza soluzione di continuità durante tutto il ciclo di vita completo degli animali, dalla nascita al macello. I singoli animali possono essere localizzati tramite led integrati, anche quando facciano parte di gruppi più grandi. Sono disponibili funzioni di localizzazione sia in stalla che sui pascoli.

La dotazione energetica dei sensori è sufficiente a durare per diversi anni. Il sistema consente agli allevatori di risparmiare tempo in termini di monitoraggio del comportamento e offre vantaggi nelle attività generali di allevamento in generale.

Cleaning Analysis Dca (DeLaval International AB, Tumba, Svezia)

Quando i sistemi di mungitura vengono puliti automaticamente, l’unica opzione per garantire che tutte le superfici interne della conduttura vengono a contatto con la soluzione di pulizia consiste nello spingere un tampone adeguatamente dimensionato attraverso l’intera lunghezza del sistema di condotte, a una velocità adeguata. Tuttavia, ciò rende difficile monitorare l’efficacia di pulizia.

Il sistema di analisi della pulizia DeLaval Cleaning Analisis (Dca) è uno strumento di ingegneria dei sistemi innovativi che consente l’efficacia e l’efficienza dei processi meccanici e termici di impianti di mungitura di pulizia e il loro monitoraggio. Questo strumento di analisi di pulizia completamente automatizzato calcola la velocità e la lunghezza di ogni tampone spinto attraverso le tubazioni del latte sulla base di un algoritmo proprietario (in attesa di brevetto).

Le caratteristiche del tampone sono determinate con precisione utilizzando due sensori di vuoto wireless e visualizzati graficamente. Il Dca poi analizza il numero, il volume e la forza di questi tappi in tutte le fasi di pulizia. I dati raccolti in questo modo determinano i livelli di vuoto, i volumi d’acqua e le concentrazioni di soluzioni di pulizia e una regolazione personalizzata di tutto questo, per garantire che ciascun sistema di mungitura sia correttamente pulito. Un preciso monitoraggio delle prestazioni di pulizia può aiutare a prevenire un aumento della conta microbica nel latte.

Advanced Bird Trasport Solution (Marel Poultry, Boxmeer, Olanda)

Il pollame è esposto a livelli molto elevati di stress; particolarmente critica è la fase tra la rimozione degli animali dai contenitori usati nel trasporto e la loro anestesia. L’Advanced Bird Trasport Solution (“soluzione avanzata per il trasporto degli avicoli, dal produttore al sistema processore”) della Marel è un sistema di scarico modulare che permette agli avicoli di essere trasferiti a nastri trasportatori con meno stress.

Da contenitori di trasporto più grandi vengono separati automaticamente moduli di trasporto individuali non appena arrivano alla linea di macellazione, senza che gli uccelli debbano essere scaricati a diversi livelli o senza che debbano essere manipolati o trattati.Ciò garantisce che gli animali non abbiano contatto diretto con le persone. Di conseguenza, gli animali soffrono molto meno stress.

 

L’articolo è pubblicato su Informatore Zootecnico n. 17/2016

L’edicola di Informatore Zootecnico

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome