TESTIMONIAL

Il Parmigiano Reggiano delle vacche rosse

TESTIMONIAL – Maurizio Novelli a Novellara(RE) è uno dei pochi allevatori di pianura che ha reintrodotto la razza Reggiana a fianco della Frisona. E il mercato lo premia.

Maurizio Novelli con una forma di Parmigiano Reggiano delle vacche rosse

“Con mio fratello Manuel e
mio figlio Marcello otto anni fa abbiamo deciso di diversificare la nostra
produzione di latte e così abbiamo pensato di introdurre in stalla la razza
Reggiana che ancora oggi viene allevata in poche stalle.” Maurizio Novelli a pochi chilometri da Novellara (RE) allevava
circa 300 capi da latte su un centinaio di ettari per la maggior parte occupati
dalla medica con circa 40 ettari destinati ogni anno alla produzione di
frumento da seme.

 


Ecco la Reggiana la famosa "vacca rossa"

Un latte che fa la differenza

“La razza Reggiana tradizionalmente vocata al
lavoro e alla produzione di carne e latte, dice Novelli, è stata abbandonata
negli anni settanta a favore della Frisona che ha una più elevata capacità
produttiva e così stava scomparendo un patrimonio legato al territorio di notevole
importanza.

E' vero, la Reggiana produce il 30% in meno di latte rispetto alla
Frisona, ma lo fa di più alta qualità grazie alla diversa composizione della K
caseina che porta a una differenziazione al momento della caseificazione. Con
la Reggiana produciamo il Parmigiano Reggiano delle vacche rosse, un formaggio
di alta qualità che si differenzia al gusto dal tradizionale e con una maggiore
resa alla grattugia.”

E il mercato come risponde? “Il nostro Parmigiano Reggiano delle vacche rosse
viene venduto quando ha come minimo 24 mesi con la formula della vendita
diretta ai negozi o nei mercatini locali. Con 70 vacche Reggiane produciamo
circa 10 quintali di latte al giorno che diventan due forme. Si tratta di un
prodotto di nicchia che va posizionato bene sul mercato ma anche in momenti
difficili come questi per gli acquisti, stiamo notando che il consumatore
apprezza la qualità ed è disposto a spendere per averla, magari rinunciando a
qualcos'altro.”


Novelli affianca alle rotoballe quelle di forma rettangolare che hanno il pregio di occupare meno spazio in magazzino

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome