BOVINE DA LATTE, innovazione tecnologica e gestionale nell’allevamento

bovine
FIERA DI MONTICHIARI Via Brescia 129 | BRESCIA |VENERDI’ 19 FEBBRAIO 2016 | ore 14.30

Da molti operatori del settore lattiero caseario l’idea di “innovazione” viene ritenuta un’idea decisiva. Più precisamente, l’innovazione dei processi produttivi viene da più parti giudicata come una opportunità irrinunciabile a disposizione degli allevatori perché questi possano tentare di far fronte all’attuale momento di crisi della redditività della produzione.

Il problema è che spesso i discorsi sull’innovazione restano soltanto parole vuote, un mantra ripetuto all’eccesso senza mai fermarsi a vedere come questa idea potrebbe alla fine concretizzarsi nella vita

aziendale quotidiana. E parlare a vanvera, nell’attuale situazione ormai di urgenza, non fa altro che aumentare i problemi e gli ostacoli a carico degli imprenditori zootecnici.

Ora, il convegno sull’innovazione nella zootecnia da latte organizzato a Montichiari da Nova Agricoltura e dall’Informatore Zootecnico, prodotti editoriali di Edagricole – New Business Media, vuole colmare questa lacuna. E lo fa chiamando a intervenire alcuni dei maggiori specialisti dell’allevamento da latte, da  Francesco Masoero dell’Università Cattolica di Piacenza a Igino Andrighetto dell’Università di Padova, da Carlo Bisaglia del Crea di Treviglio a Mino Tolasi vicepresidente Sivar, da Marco Ottolini direttore di Apo Latte Italia a Enrico Santus direttore Anarb.

Sì perché in una visione moderna dell’allevamento delle bovine da latte l’idea generica di “innovazione” è un’idea che smette di essere generica. E che quindi diventa declinabile in più di una accezione: c’è l’idea di innovazione tecnologica, ovviamente, ma c’è anche l’idea di innovazione gestionale, di innovazione  economica, di innovazione nella genetica, nella veterinaria, nell’alimentazione degli animali. E a sua volta l’idea di innovazione tecnologica può essere affrontata parlando di automazione, di informatica, di  zootecnia di precisione, di meccanica agraria…

 

PROGRAMMA

Saluti iniziali: Germano Giancarli, presidente del Centro Fiera del Garda di Montichiari (Bs).

FRANCESCO MASOERO, Università Cattolica del sacro Cuore, Piacenza:

Innovazione gestionale: il programma “Ottimizzazione dei piani colturali foraggeri”.

 

CARLO BISAGLIA, Crea Treviglio (Bg):

Innovazione tecnologica: l’automazione in stalla, il precision feeding.

 

MINO TOLASI, vice presidente Sivar (Società italiana veterinari animali da reddito):

Innovazione in veterinaria: il veterinario aziendale, nuova opportunità per l’allevatore.

 

IGINO ANDRIGHETTO E ARNALDO AZZOLIN (rispettivamente dell’Università di Padova e dell’Associazione veterinari buiatri “G. Orus”):

Innovazione nella riproduzione: nuove considerazioni sulla gestione dei parametri riproduttivi.

 

ENRICO SANTUS, direttore Anarb (Associazione nazionale allevatori di bovini della razza Bruna):

I nnovazione nella genetica: non solo genomica.

 

MARCO OTTOLINI, direttore di Aop Latte Italia:

Innovazione nell’associazionismo: perché e come si è arrivati a fondare Aop Latte Italia.

 

Moderatore: Giorgio Setti, giornalista Edagricole.

 

Il convegno è ad ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

E' necessario preiscriversi on line http://goo.gl/0Rx2oC

L’iscrizione al convegno dà diritto ad un accesso gratuito alla FAZI per il giorno dell’evento.

Clicca qui per scaricare la locandina 

Per maggiori informazioni scrivere a eventi.edagricole@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome