Meno farmaci ai bovini con i mangimi innovativi

mangimi
La divisione mangimi del Consorzio agrario del Nordest propone due nuove soluzioni per l'alimentazione dei bovini da carne e delle vacche da latte

Una linea di mangimi innovativa per migliorare le performance delle bovine da latte e un mix di ingredienti per la razione dei bovini da carne in grado di migliorare il loro stato di salute, stimolare i processi metabolici, accrescere il benessere dei capi e ridurre la somministrazione di farmaci. Si tratta di Multi Energy e Maxi Beef, due prodotti messi a punto da Calv Alimenta, la divisione mangimistica del Consorzio agrario del Nordest, presentati durante “Coltiviamo reddito”, l’evento svoltosi il 24 e 25 agosto nei campi sperimentali dell’azienda Sant’Ilario a Mira (Ve).

Multi Energy
è una gamma di mangimi che comprende nove differenti referenze realizzata per bovine ad alta selezione genetica. È focalizzata sul quadro metabolico-ormonale delle vacche, puntando l’attenzione sugli aspetti relativi al metabolismo energetico e all’insulina. Tutte le referenze che compongono la linea Multi Energy rispondono a quanto prevedono i disciplinari di produzione delle Dop, garantendo un mix ideale tra produzione, ingestione e qualità del latte. La loro assunzione, infatti, integra gli amidi a lenta digestione con fonti di energia altamente e velocemente assimilabili senza interferire sull’attività ruminale, anzi, la migliora. La peculiarità che caratterizza la gamma Multi Energy è l’elevato tenore in zuccheri capace di mantenere inalterato il contenuto dei grassi e la sostituzione di una parte dell’amido in maltodestrine, fornendo in questo modo una fonte di energia più digeribile e rispettosa degli equilibri fermentativi del rumine e la riduzione della perdita di peso fin dall’inizio della lattazione.

mangimiMaxi Beef Revolution è dedicato ai bovini da carne per favorire il superamento del delicato periodo di adattamento dopo l’importazione dai Paesi di provenienza. Ricco di oli essenziali, estratti di erbe, prebiotici e probiotici, il prodotto è in grado di stimolare tutti i processi metabolici e immunitari dell’animale. La possibilità di favorire velocemente con un prodotto naturale l’attività ruminale del bovino, unita alla stimolazione di tutti i processi metabolici e immunitari, si traduce in una migliore condizione sanitaria che riduce l’impiego di farmaci anche dell’80%.
Inoltre, Maxi Beef Revolution prevede nel suo mix un ingrediente naturale capace di controllare molto bene la coccidiosi, una delle patologie più frequenti che può colpire i bovini da carne.
«La nostra ricerca – sottolinea il presidente del Consorzio agrario del Nordest Federico Dianin – è focalizzata soprattutto sulla nutrizione delle bovine che producono latte destinato alla trasformazione delle più prestigiose produzioni casearie Dop italiane con una forte attenzione al benessere dell’animale».
Con circa 3 milioni di quintali di mangime prodotti nel 2016 e un’ulteriore crescita registrata nel primo semestre 2017, la divisione zootecnia del Consorzio agrario del Nordest fissa a circa l’80% della produzione totale la quota destinata ai ruminanti, mentre la percentuale rimanente è ripartita tra suini e avicoli, con una crescita che negli ultimi quattro anni è stata costante.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome