DOSSIER MUNGITURA

Robot. In Germania l’Astronaut numero 20mila

DOSSIER MUNGITURA – Installato da Josef Härle nella sua azienda di Ochsenhausen. L’allevatore è stato premiato da Lely alla fiera Eurotier di Hannover

La società olandese Lely ha annunciato l'installazione del robot di mungitura Lely Astronaut numero 20mila. La macchina è stata allestita nell'allevamento di Josef Härle a Ochsenhausen (Germania). Questo traguardo è stato festeggiato assieme al proprietario del robot in occasione della giornata inaugurale di EuroTier 2014, alla fiera di Hannover.
L'entrata in servizio del ventimillesimo robot, dicono i tecnici Lely, «dimostra chiaramente che molti degli odierni allevatori hanno accolto senza riserve l'automazione dell'allevamento. Ventidue anni dopo l'installazione del primo Lely Astronaut, il robot di mungitura si è ritagliato una presenza crescente all'interno della stalla. Lely Astronaut migliora la qualità di vita dei manager degli allevamenti e allo stesso tempo assicura il benessere degli animali e la redditività dell'azienda. In tutto il mondo, ogni giorno oltre un milione di bovine si recano autonomamente al robot di mungitura Lely Astronaut. Lely è convinta che la gestione moderna dell'allevamento, la mungitura automatica e l'automazione in generale della stalla svolgano un ruolo cruciale per poter amministrare in modo intelligente un'azienda sostenibile e di successo».
Dunque ventidue anni dopo l'introduzione del primo robot di mungitura Lely Astronaut oggi si raggiunge questo risultato. Commentano ancora i tecnici Lely: «All'inizio degli anni Novanta, la domanda era se le bovine potessero essere munte da un robot. Oggi un moderno allevamento non potrebbe essere tale senza la mungitura robotizzata».
Fondata nel 1948, Lely offre al settore agricolo un portafoglio completo di prodotti e servizi che spaziano dalla raccolta del foraggio ai sistemi automatici di alimentazione, dai sistemi di pulizia della stalla ai robot di mungitura.
Lely sta anche lavorando a concetti di business che consentano di lavorare nell'ambito delle aziende di allevamento in modo sostenibile dal punto di vista energetico. Da anni Lely è una delle aziende leader nel mercato della vendita e dei servizi di sistemi di mungitura automatizzati. L'azienda olandese si è conquistata una solida posizione anche nel settore dei prodotti di raccolta del foraggio.
Il Gruppo Lely è attivo in oltre 60 paesi e conta quasi duemila dipendenti. Il fatturato annuo è di circa 585 milioni di euro.

Google glass e smartwatch

Sempre a proposito di robot di mungitura, all'Eurotier di Hannover la Lely ha presentato un'innovazione tecnologica relativa al suo sistema di gestione dell'allevamento denominato Lely T4C InHerd (un sistema informatico per la gestione della mandria già noto ai lettori dell'Informatore Zootecnico, basato su robot di mungitura e altri dispositivi).
In fiera cioè la Lely ha proposto una dimostrazione del sistema di gestione dell'allevamento Lely T4C InHerd per smartwatch e google glass: un orologio da polso e un paio di occhiali con un piccolo display per app. Grazie a questo avanzato hardware, comunicano i tecnici Lely, «in futuro gli allevatori potranno avere le mani libere; e potranno disporre in qualsiasi momento di strumenti T4C InHerd con tutte le informazioni di cui hanno bisogno. Smartwatch e google glass sono al momento dei prototipi e alcuni allevatori ne stanno testando le funzionalità sul campo».
Il software T4C (”time for cows”) rispecchia le competenze e l'esperienza di Lely nel settore dell'automazione degli allevamenti. «Separare una bovina che richiede attenzione semplicemente parlando nel raggio di ricezione degli occhiali può sembrare futuristico ma sembra ormai essere diventata una realtà. Le applicazioni InHerd su smartwatch e google glass ci permettono di entrare nel futuro».
Il sistema di gestione Lely T4C InHerd, introdotto lo scorso anno, ha rappresentato un grande passo in avanti nella gestione semplice e intuitiva di un allevamento. InHerd è la versione per dispositivi mobili del sistema di gestione Lely T4C. È un sistema di gestione sviluppato appositamente per la mungitura automatizzata ed è già stato adottato da oltre diecimila allevatori in tutto il mondo. Più di mille sono già coloro che usano il pratico T4C InHerd su uno smartphone. Grazie agli strumenti Lely T4C InHerd per smartphone, gli allevatori non sono più vincolati al proprio pc per ottenere le informazioni giuste, immettere i dati o controllare il robot di mungitura.
T4C InHerd per smartwatch, continua la Lely, «sarà a breve immesso sul mercato. La disponibilità di InHerd per google glass dipenderà dalla disponibilità dell'hardware e dalla futura evoluzione delle opzioni».

Allegati

Scarica il file: Robot. In Germania l’Astronaut numero 20mila
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome