COLTURE ESTENSIVE

Strip tillage estremo: si può fare con successo

COLTURE ESTENSIVE – Sui terreni morenici del mantovano una prova di lavorazione in un terreno ricoperto da stocchi di mais e da una selva di infestanti in pieno sviluppo.

Un terreno ricoperto da stocchi di mais e da una fitta vegetazione di infestanti di ogni tipo in piena fioritura.

Un terreno così non si dovrebbe lavorare perché almeno una
passata di glifosate avrebbe permesso di entrare in campo con una vegetazione
disseccata e quindi più facile da
gestire. Ma questo agricoltore ha voluto stressare la macchina da strip till,
mettendola alla prova nelle condizioni peggiori che si possono avere, per verificare la risposta di un cantiere
innovativo.

Lo strip tillage o lavorazione a fasce, è un tipo di minima lavorazione che sta avendo un grande
successo presso i nostri agricoltori dato che è un ottimo compromesso tra il
sodo puro e la minima lavorazione. Si tratta infatti di lavorare il terreno a
media profondità solo nella banda che
poi verrà seminata, lasciando intonse le parti non seminate che rimangono
ricoperte dai residui colturali.


Classica lavorazione a strip till con
alternanza tra fasce lavorate e fasce con i residui colturali e malerbe in superficie.

Così facendo si favorisce la pronta emergenza della coltura
sulle bande lavorate e fertilizzate ma contemporaneamente si permette al
terreno di beneficiare della presenza dei residui vegetali per un incremento
della sostanza organica e per il miglioramento della struttura degli aggregati.


Ecco la macchina per lo strip tiller che si
fa largo tra stocchi ed infestanti riuscendo a lavorare bene un terreno anche molto ricco in scheletro.

La macchina da strip till provata in campo ha dimostrato di
lavorare bene anche in condizioni davvero difficili e grazie ad una serie di organi
di lavoro che tagliano il terreno e i residui colturali e che smuovono il
terreno a media profondità, si crea un
letto di semina di buona fattura e idoneo per una successiva semina anche nella
stessa giornata.


Particolare dell'ancora di lavorazione che
in questa attrezzatura porta all'estremità due alette che consentono di
effettuare una sorta di linea di drenaggio nel solco di semina.

La prova effettuata su un terreno molto difficile è
estremamente interessante perché mette in luce che se si ha l'attrezzatura
idonea e ben regolata in tutte le sue funzioni, si può pensare di entrare in
campo per preparare un letto di semina anche se non si è riusciti ad
intervenire in tempo con il disseccante e senza aver lavorato precedentemente
il terreno. Tutto ciò in annate difficili con finestre di semina molto
ristrette è un'arma importante in mano all'agricoltore che va ben sfruttata.


Il risultato finale della lavorazione e la verifica in campo della
profondità di lavoro che è stata perfettamente rispettata nonostante le
condizioni davvero limite.

CONDIVIDI

3 Commenti

  1. vorrei sapere che coltura è stata seminata dopo la lavorazione in banda.
    La vegetazione preesistente è stata lasciata o diserbata?grazie

    • L’articolo si riferisce ad una prova “estrema”, data la presenza di infestanti non devitalizzate, per capire fino in fondo la capacità operativa dell’attrezzatura.
      Il giorno successivo le infestanti sono state devitalizzate con glifosate e poi si è proceduto alla semina sulla banda lavorata di un ibrido di mais.
      Lo strip till può essere effettuato sia in autunno per lasciare lavorare gli agenti atmosferici sul terreno smosso e sui residui colturali rimasti tra una banda e l’altra; oppure in primavera, meglio se su terreni non argillosi, prevedendo la semina anche il giorno successivo.

      Roberto Bartolini

  2. Ottimo,sembra davvero un sistema interessante.Però mi domando se la macchina sarebbe in grado di lavorare il terreno dopo la raccolte di loietto,in primavera.Perchè le radici del loietto sono molto tenaci.
    Forse si dovrebbe aspettare una settimana circa per riuscire a diserbare il ricaccio del loietto e in seguito passare con lo strip till e poi seminare.
    Qualcuno ci ha già provato?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome