Home Ricerca

Ricerca

enologia

Dalla ricerca un passo avanti verso l’enologia di precisione

Lo studio pubblicato su Scientific Reports dimostra che l’impatto dell'anidride solforosa sulla qualità dei vini è molto più profondo di quello che si pensava fino a oggi

Il contributo degli spin-off universitari alla difesa delle colture

Dal controllo dei parassiti e delle infestanti, fino alla fitodiagnostica molecolare, passando per test su pesticidi, gestione patogeni da quarantena, genomica funzionale e bioinformatica. Ecco una rassegna delle cellule di ricerca universitarie italiane che si occupano di difesa delle colture

Horizon 2020, un miliardo per l’innovazione in agricoltura

Dall'Ue fondi per ridurre l'impatto ambientale, per favorire l'insediamento di giovani agricoltori e il miglioramento della sicurezza alimentare

Internet of things in agricoltura: ecco sei esempi

Dai sensori per monitorare le caratteristiche delle colture alle guide automatiche, fino ai droni utili per diversi scopi, dalla difesa alla mappatura dei terreni. Ecco una carrellata di innovazioni a disposizione degli imprenditori agricoli

Ad Agrilevante il punto sulla ricerca italiana per gli oliveti superintensivi

Incontro con esperti del settore per parlare di minori costi di gestione, varietà più resistenti e olivicoltura digitale resistente

Una via italiana per l’oliveto superintensivo

Nel video il professor Camposeo illustra i vantaggi dell'olivicoltura superintensiva con impianti “smart tree” e fa il punto sulla ricerca delle varietà italiane più adatte

G7 Agricoltura, a Treviglio va in scena l’innovazione

Il 12 ottobre negli spazi del Crea-Ing giornata in campo dedicata all'agricoltura di precisione aperta a imprenditori agricoli, tecnici e studenti di Agraria

Rettangolo

olivo

Olivo.net, il grande fratello che rivoluziona l’olivicoltura

Sviluppato negli ultimi due anni da Horta srl e Unaprol, Olivo.net® è un software con un sistema basato su una complessa rete di modelli integrati in grado di prevedere le necessità di intervento agronomico e fitosanitarie
uva

Uva da tavola, ecco le novità sul miglioramento genetico

Maggior resa, resistenza alle malattie, miglioramento delle caratteristiche estetiche e organolettiche, oltre alla capacità di sopportare meglio gli stress dovuti a manipolazione, stoccaggio e spedizione. Queste le principali direttrici lungo le quali si sviluppa la ricerca di nuove varietà di uva da tavola. Il punto sulla situazione sarà fatto durante l'ottavo simposio internazionale dell'uva da tavola. Ecco un'anticipazione
innovazione

Innovazione, in Basilicata finanziati 28 progetti Pei

Con la sottomisura 16.1 del Psr messi a disposizione oltre sette milioni di euro per costituire 28 Pei che realizzeranno altrettanti progetti per contribuire all'innovazione in agricoltura
meloni

Meloni, ozono efficace anche durante lo stoccaggio refrigerato

Ricerche condotte dall'Università della Tuscia hanno dimostrato che l’ozono gassoso svolge un’azione positiva sul controllo del rammollimento dei meloni durante la conservazione a 6 °C. Inoltre, il trattamento con ozono svolge un’azione sul controllo della crescita microbica dei mesofili totali
Uva

Uva da tavola, bisogna scommettere sulle nuove varietà

Da prima produttrice ed esportatrice al mondo di uva da tavola, nel giro di quindici anni l’Italia è scesa all’ottavo posto per volumi prodotti e al terzo per spedizioni oltreconfine. Le superfici coltivate si sono ridotte, mentre a livello globale il consumo è cresciuto. Le cause di questo declino sono molteplici, ma la resistenza degli imprenditori agricoli italiani all’introduzione di nuove cultivar è considerata da più voci la principale. E proprio di come fare per rilanciare questo importante comparto della frutticoltura made in Italy si parlerà durante l’ottavo simposio internazionale dell’uva da tavola in programma dall’1 al 7 ottobre in Puglia e Sicilia, le due regioni italiane più vocate a questa produzione
fertirrigazione

Fertirrigazione con digestato microfiltrato in ali gocciolanti

Incontro tecnico con visita in campo per vedere da vicino un impianto di microfiltrazione del digestato e un sistema di fertirrigazione su mais con digestato attraverso ali gocciolanti
conservativa

Con la conservativa più resa, più brix e meno scarti

Un esperimento del Centro di Orticoltura e Florovivaismo del Crea di Monsampolo del Tronto sul pomodoro, ha dimostrato che le tecniche di agricoltura conservativa consentono di aumentare la fertilità del terreno, le rese e il grado Brix del raccolto, oltre a ridurre le ore di lavorazione e il gasolio impiegato

Il convegno: tutte le facce dell’innovazione per il frutteto

Docenti universitari e tecnici di vari settori hanno illustrato gli strumenti tecnologici, le pratiche agronomiche e le possibilità di finanziamento per dare una svolta positiva alla frutticoltura italiana e accelerare un processo di innovazione ormai non più rimandabile
difesa

Difesa dei frutteti, l’unica strada è l’innovazione

Dalla redditività in calo a una difesa che deve essere sempre più sostenibile, sia per rispettare le regole più restrittive in materia, sia per soddisfare le esigenze del mercato. La frutticoltura italiana è davanti a un bivio: innovare o sparire. Le soluzioni per vincere la sfida ci sono, vediamo quali

Frutticoltura di precisione, ecco perché è necessaria

Aumentare le performance dei frutteti sia a livello di rese sia per diminuire l'impatto ambientale delle coltivazioni è possibile grazie alle nuove tecnologie che consentono di praticare una frutticoltura di precisione, capace di migliorare l'efficacia delle azioni in campo e aumentare la redditività
css.php