LE NOSTRE INIZIATIVE

La sostenibilità in campo

sostenibilità
LE NOSTRE INIZIATIVE – Terza edizione della giornata in campo organizzata da Ersaf e Il Sole 24 Ore nell’azienda Carpaneta alle porte di Mantova.

In un’annata tra le più siccitose che si ricordino, si conferma l’utilità delle pratiche agronomiche che consentono di tesaurizzare l’umidità del terreno e di migliorane la porosità per minimizzare i fenomeni di stress che hanno messo a dura prova la resistenza della pianta di mais. L’agricoltura conservativa, nelle due declinazioni sodo e minima lavorazione, sta attirando sempre più attenzione da parte di agricoltori e contoterzisti e la dimostrazione si è avuta ancora una volta con l’ampia partecipazione alla giornata in campo Agricoltura sostenibile che si è tenuta nell’azienda Carpaneta di Ersaf a Gazzo di Bigarello (Mn).

Le colture e le macchine

Anche quest’anno le prove agronomiche di confronto tra sodo e minima lavorazione hanno avuto come protagonisti frumento, mais e soia e i risultati conclusivi di tre anni di sperimentazione in campo che si otterranno nel prossimo autunno forniranno già le prime indicazioni pratiche sulla strada da seguire sulle terre del mantovano. Un fatto però è già certo: soprattutto per il sodo per evitare cali di produzione è fondamentale operare su terreno non compattato e ben strutturato anche grazie all’opera dell’apparato radicale delle colture di copertura che devono coprire il terreno permanentemente tutti i mesi dell’anno. La misura 214 del Psr della Regione Lombardia che assegna finanziamenti per gli agricoltori che si impegnano ad applicare sodo o minima lavorazione per 5 anni, anche quest’anno ha raccolto molte adesioni a conferma che il messaggio della sostenibilità sta facendo finalmente breccia anche tra gli agricoltori più tradizionalisti. Altro elemento chiave di successo è la scelta delle attrezzature giuste e le dimostrazioni in campo a Carpaneta, commentate da Lorenzo Benvenuti, Marco Acutis e Vincenzo Tabaglio, hanno consentito al pubblico di avere un’idea precisa di come lavorano le macchine in campo, operando sui residui colturali.

Allegati

Scarica il file: La sostenibilità in campo
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome