Nova in campo 2016, le macchine di Storti

Ecco una breve descrizione delle macchine provate durante l'evento in campo del 21/07/2016 all'azienda agricola "Il raccolto" di Bentivoglio (Bo)

www.novagricoltura.comDobermann Evo
Il Dobermann Evo è il nuovo semovente Storti a miscelazione verticale mono o bi-coclea con cubature da 13 a 33 m³. La nuova gamma Evo rivoluziona il modello di punta Storti, introducendo i nuovi motori 6 cilindri Fpt Tier 4 Final, da 170, 206 o 247 cv, assieme a nuove tecnologie di gestione del veicolo, ora completamente in Can Bus, mettendo in comunicazione motore, comandi, impianto di pesatura, con le centraline a bordo macchina che tramite un software di proprietà di Storti gestiscono in maniera affidabile ed efficiente tutte le funzioni del veicolo.
La macchina presenta una cabina completamente rinnovata ed una ricca dotazione standard che, nei modelli AS e HS, comprende sospensioni frontali idropneumatiche indipendenti, centralina di ingrassaggio automatico, braccio fresa con inserti inox, fresa in acciaio antiusura, coltelli riporto al tungsteno e la innovativa funzione Overboost.
Altro elemento di eccellenza è la fresa dessilatrice. La fresa Storti è l’unica nel mercato che può caricare nei due sensi di rotazione, così da adattarsi a qualsiasi materiale, fibre lunghe (rotazione verso l’alto) oppure insilati (verso il basso) con una formidabile capacità di carico nel rispetto dell’integrità della struttura dell’insilato.
A Bentivoglio il Dobermann Evo è stato equipaggiato con uno strumento brevettato di Dinamica Generale sempre più indispensabile per l’allevatore: un sofisticato analizzatore Nir da installare sulla fresa del carro (esiste anche una versione da installare sui caricatori per i carri trainati) per analizzare gli ingredienti durante la fase di carico determinando in pochi secondi i nutrienti che li compongono, questo permette di regolare automaticamente il peso da caricare per ottenere una razione ottimale e costante che comporta una riduzione del rifiutato e quindi dei costi e un aumento di produzione del latte e quindi dei profitti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome