Nova Agricoltura in Vigneto 2019: il futuro è già qui

L'innovazione è da sempre il pilastro di Nova Agricoltura, ma la quinta edizione di Nova in Vigneto è andata oltre, proponendo ai visitatori uno sguardo sulla viticoltura che verrà: digitalizzazione, Dss, stereocamere e robot per i trattamenti, per gestire in maniera sempre più sostenibile e precisa i vigneti. Ecco un puntuale riassunto per chi non era a Spresiano

Nella macchina del tempo di una delle più fortunate trilogie della storia del cinema c’era posto solo per due persone. La quinta edizione di Nova Agricoltura in Vigneto si è trasformata idealmente in una gigantesca Delorean che ha fatto salire a bordo tutti insieme i seicento partecipanti.

Clicca qui per accedere allo speciale Nova in vigneto

Infatti, tra i filari dell’azienda sperimentale del Crea viticoltura ed enologia “Calle di Busco” a Spresiano (Tv), tra dimostrazioni dinamiche delle più evolute attrezzature per la gestione di chioma e sottofila, trattamenti sostenibili, irrigazione di precisione, insieme ai prototipi di robot a guida autonoma, alla sensoristica, ai software per la viticoltura smart e a un’ampia rassegna di prodotti fitosanitari sempre più efficaci e rispettosi del paesaggio, è stato dipinto un nitido ritratto di come può e deve evolversi la viticoltura italiana per accrescere il livello di qualità delle produzioni e la sostenibilità ambientale e sociale. Tutti requisiti sempre più importanti affinché i nostri vini possano affermarsi nei mercati internazionali e soddisfare le richieste sempre più stringenti delle leggi nazionali e comunitarie e dei consumatori in fatto di salubrità, impatto ambientale ed etica delle produzioni agroalimentari.

Nei laboratori in campo e nel doppio convegno del pomeriggio si sono approfonditi temi come l’evoluzione sostenibile dei vitigni resistenti, il controllo del potenziale produttivo delle grandi denominazioni venete, i progressi della precisione nella difesa, nell’irrigazione, nei biostimolanti e nella gestione della vegetazione. Un vero e proprio viaggio nel futuro della viticoltura italiana organizzato e condotto dalla redazione di Edagricole nei panni di Emmett “Doc” Brown con il supporto di alcuni esperti collaboratori delle riviste Terra e Vita e VVQ (Vigne, Vini & Qualità) e in collaborazione con il CreaFederUnacoma, e i collegi dei periti agrari degli agrotecnici e degli agronomi della Provincia di Treviso.

In questo video il riassunto della giornata per chi non ha potuto essere presente a Spresiano.

Nova Agricoltura in Vigneto 2019: il futuro è già qui - Ultima modifica: 2019-06-12T14:16:29+00:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome