Officine Mingozzi Natale, i maestri del pirodiserbo

pirodiserbo
La tecnica del calore per tenere a bada le infestanti e ridurre l’inoculo delle malattie fungine

Eliminare le infestanti senza l’impiego di prodotti chimici si può? Sì, sfruttando la forza del calore. Questo il principio che sta alla base delle attrezzature proposte dalla ditta Officine Mingozzi Natale, che a Spresiano darà una dimostrazione pratica di pirodiserbo con una attrezzatura brevettata.

Il meccanismo d'azione sulle infestanti

Il principio sul quale si basa la tecnica del trattamento termico è quello della lessatura dei tessuti delle erbe infestanti. Il tempo d’azione del calore durante il trattamento è così breve da non permettere la carbonizzazione della materia vegetale. L’effetto immediato del calore è quello di far espandere repentinamente il plasma cellulare, provocando così la rottura della membrana esterna; viene così interrotto il flusso intracellulare di alimentazione: la cellula non può più essere nutrita e a causa della continua evaporazione dovuta alla lacerazione della cuticola; entro due o tre giorni la pianta secca e muore.
Il trattamento termico quindi non brucia le erbe infestanti, ma subito dopo l’applicazione del calore le piante trattate presentano una variazione di pigmentazione; si accentua fortemente il colore verde delle foglie. Tale manifestazione è visibile in un paio di minuti e ciò a causa della fuoriuscita della linfa dalla cellula. Dopo alcuni giorni si può valutare in pieno la riuscita del trattamento poiché le piante assumono il classico colore giallo proprio della pianta secca.

L'attrezzatura per il pirodiserbo

pirodiserbo
L’attrezzatura per il pirodiserbo può essere montata sia anteriormente sia posteriormente alle trattrici

La macchina che esegue il passaggio tra i filari è dotata di bocca ventilante a comando idraulico posta sopra ai bruciatori, tale getto d’aria controlla e scherma la fiamma e impedisce la risalita del calore lungo la fila.
L’attrezzatura è alimentata con Gpl prelevato in fase gassosa da bombole d’uso commerciale comune. La velocità di lavoro varia da 3 a 5 Km/h, il consumo di Gpl è di circa 18 – 22 Kg/h. Per mantenere i vigneti liberi dalle infestanti sono necessari di media 4/5 interventi annui. I vigneti che intercettano meno luce hanno minor necessità di intervento. Si può eseguire il pirodiserbo senza problemi anche su vigneti situati su rampe. Inoltre, questo trattamento riduce l’inoculo di malattie fungine e permette di sterilizzare i residui delle potature. Altri vantaggi sono l’assenza di residui chimici, la possibilità di trattare anche con condizioni meteo avverse e la velocità di lavoro.


Per informazioni:
visita il sito di Officine Mingozzi


In campo con Nova Agricoltura in Vingeto

Per saperne di più partecipa all’evento in campo organizzato da Edagricole in collaborazione con Crea Federunacoma. La manifestazione si terrà il 6 giugno all'azienda agricola sperimentale Crea - Centro di ricerca viticoltura ed enologia "Calle di Busco" a Spresiano (TV).

Officine Mingozzi Natale, i maestri del pirodiserbo - Ultima modifica: 2019-05-24T12:07:46+00:00 da nova Agricoltura

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome