Nova Agricoltura in Vigneto, la rassegna dei prodotti per la viticoltura

agricoltura
Ecco un elenco dei principali prodotti che le aziende più conosciute del settore degli agrofarmaci illustreranno durante la quarta edizione di Nova Agricoltura in Vigneto che si svolgerà giovedì 7 giugno 2018 tra i filari dell'azienda vitivinicola Umani Ronchi di Osimo (AN)

Dai fungicidi a base di rame e zolfo agli antistress, e poi diserbanti, biostimolanti e concimi, con linee complete per l'agricoltura biologica, fino ai preparati per la vinificazione. Sono i principali prodotti che le aziende più conosciute del settore degli agrofarmaci illustreranno durante la quarta edizione di Nova Agricoltura in Vigneto che si svolgerà giovedì 7 giugno 2018 tra i filari dell'azienda vitivinicola Umani Ronchi di Osimo (AN).
Formulati innovativi in grado di aiutare viticoltori e tecnici a pensare oggi il vigneto di domani grazie all'innovazione, con l'obiettivo di realizzare una viticoltura che riduca sempre di più l'impatto ambientale e i costi di gestione, migliorando al contempo i risultati in campo e in cantina. La giornata è organizzata da Edagricole e Nova Agricoltura con le riviste TerraèVita e VVQ (Vigne, Vini & Qualità), in collaborazione con Assam MarcheConsorzio Vini PiceniIMT (Istituto Marchigiano Tutela Vini) e FederUnacoma. Ecco la rassegna delle aziende produttrici di agrofarmaci che saranno presenti nel vigneto San Lorenzo di Umani Ronchi.

Iscriviti a Nova Agricoltura in Vigneto e non perdere gli aggiornamenti sul programma

Chimiberg

Diachem è un’azienda al 100% italiana, presente da oltre 60 anni sul mercato dei prodotti per l’agricoltura col marchio Chimiberg. Molti degli agrofarmaci proposti a catalogo sono realizzati nello stabilimento di Caravaggio con impianti all’avanguardia, in grado di offrire varie tipologie formulative tra cui le sospensioni concentrate. Tali formulazioni a base acqua presentano importanti vantaggi: equilibrata ripartizione granulometrica (uniforme copertura della vegetazione trattata); elevata sospendibilità; trascurabile residuo alla vagliatura (finezza delle particelle in dispersione) e assoluta assenza di polveri (minor rischio di esposizione per l’utilizzatore).
A Catalogo Chimiberg, tra i formulati flowable, spiccano i marchi storici a base di Solfato Tribasico di Rame (TBCS): Idrorame Flow, Idrorame 193, King e King 360 HP. Rispetto ai formulati rameici diffusi sul mercato e contenenti rame sotto forma di altro sale, la riduzione di rame metallo distribuito si attesta intorno al -25/30%, a parità di efficacia, come testimoniato nelle prove condotte da centri di saggio e da anni di pratico impiego in campo. Più recentemente si è aggiunta la novità Kop-Twin miscela che abbina l’equilibrio del Solfato Tribasico alla prontezza d’azione dell’idrossido. I vantaggi del Solfato Tribasico sono trasferiti anche nelle miscele con sostanze attive endoterapiche per cui la riduzione degli apporti di rame metallo ad ettaro arriva, fino al -40/50% rispetto agli analoghi prodotti presenti sul mercato e standard di riferimento. Riguardo alle miscele formulate in sospensione concentrata si ricordano gli antiperonosporici di titolarità Diachem S.p.A. Quasar R Flow e Cumeta Flow, recentemente riregistrati secondo i principi uniformi, che abbinano Solfato Tribasico di Rame rispettivamente alle sostanze attive sistemiche dimetomorf (s.a. originale BASF) e metalaxyl-m (s.a. originale Syngenta).
Sono formulati in sospensione concentrata anche i fungicidi antioidici Tiolene e Radar Combi Flow. Entrambi i prodotti sono caratterizzati da un’elevata qualità formulativa, con particelle finemente micronizzate, che favorisce adesività sulla vegetazione trattata, resistenza al dilavamento e adeguata persistenza. Tiolene, a base di zolfo (esente da selenio) in funzione di 800 g/L, è attivo verso le forme di oidio con meccanismo aspecifico. A seguito della ri-registrazione l’etichetta autorizzata presenta caratteristiche migliorative in merito alla composizione, alla classificazione e ai campi d’impiego. Radar Combi Flow invece è il fungicida antioidico con azione preventiva, curativa ed eradicante a base di penconazolo (s.a. originale Syngenta) 1,25% (15 g/L) e zolfo 33,3% (400 g/L). La presenza delle due sostanze attive, dotate di differente e complementare meccanismo d’azione (attività sistemica del penconazolo caratterizzata da un rapido assorbimento abbinata all’attività di copertura multisito dello zolfo), consente una gestione accurata delle resistenze.
Di recente registrazione anche il nuovo diserbante totale Toterbane Duo, ideale per il controllo in pre-emergenza/post-emergenza precoce delle infestanti del vigneto, che abbina l’azione residuale di diuron 17,4% (200 g/l) con dosi ridotte di glifosate al 13% (150 g/l) ad azione fogliare.

Cifo

Il mercato viticolo risulta essere tra i pochi mercati positivi in ambito agricolo ed anche i primi dati del 2018 sembrano confermare il trend in aumento del fatturato rispetto al 2017. Purtroppo anche l’andamento climatico del 2018 sembra continuare la fase particolare che ha caratterizzato il 2017 e che ha influenzato le rese produttive con dati in calo a doppie cifre.
A tal proposito vogliamo segnalare come l’uso del prodotto Macys BC 28 di Cifo durante il 2017 abbia aiutato molti agricoltori a superare stress ambientali e a far raggiungere produzioni soddisfacenti riuscendo a sfruttare le quotazioni che inevitabilmente sono cresciute a seguito di quantità non sufficienti a soddisfare le richieste del mercato. Tale risultato è dovuto alle caratteristiche del Macys BC 28 che è un biostimolante interamente vegetale essendo un estratto di alghe con alto contenuto di Polisaccaridi come le laminarine, e di sostanze biologicamente attive per favorire allegagione e sviluppo dei frutti.
In un mercato viticolo in grande evoluzione, colpisce anche lo sviluppo di un fenomeno che trova altrettanto spazio ed interesse presso i consumatori, vale a dire il mercato del biologico. Cifo, azienda storica sempre attenta a dare delle soluzioni sulle nuove tendenze di mercato nel rispetto dell’ambiente, non poteva non analizzare le varie esigenze di questo nuovo mercato cercando di portare delle soluzioni altamente efficaci per risolvere ogni tipo di esigenza nutrizionale dell’agricoltura biologica. Proprio all’appuntamento dell’evento Nova Agricoltura in Vigneto 4a edizione, Cifo vuole riproporre il catalogo dei prodotti per agricoltura biologica presentato all’inizio della primavera 2018. È un catalogo completo con il quale Cifo vuole offrire a tutti coloro che si occupano di agricoltura biologica una gamma di prodotti di qualità, specifici per le diverse esigenze colturali. Sono disponibili prodotti per nutrizione di base e attivatori del terreno come la Linea Top; con i suoi formulati possiamo dire che abbiamo immesso sul mercato un nuovo concetto di concimazione al terreno in quanto abbiamo creato dei biostimolanti solidi che anche a basso dosaggio riescono a soddisfare le esigenze della coltura nel rispetto dell’ambiente. In catalogo troviamo anche una serie di biostimolanti tra cui il già citato Macys BC 28 che insieme a Sinergon 3000 costituiscono soluzioni vincenti per risultati eccellenti che si possono ottenere in termini di resa e qualità. Abbiamo inoltre attivatori della fotosintesi sia radicali che fogliari con il collaudato S 3 Rinverdente a base di ferro e manganese; microelementi e regolatori di crescita chiudono la lista dei prodotti fisio - nutrizionali.
Inoltre troviamo una sezione dedicata ai prodotti induttori di resistenza che stimolano ed aumentano le naturali difese delle piante. In questa categoria segnaliamo il prodotto Actisel che sta riscontrando presso gli utilizzatori finali larghi consensi perché, essendo ricco di magnesio, manganese e soprattutto zolfo (52%), risulta molto apprezzato per risolvere esigenze legate al disseccamento del rachide e per i vigneti particolarmente esigenti di magnesio, come il prosecco. Inoltre proprio in agricoltura biologica, viene impiegato come acidificante nelle miscele dei trattamenti per migliorarne l’effetto e l’ efficacia. A tutti i visitatori dello stand Cifo interessati all’argomento biologico, verrà consegnato il catalogo con tutti i prodotti per le varie esigenze in modo da fare la giusta scelta tecnica per raggiungere i risultati desiderati.

Gowan Italia

Si conferma l’impegno di Gowan Italia nel mettere a disposizione dei viticoltori una gamma completa di soluzioni affidabili ed efficaci a salvaguardia delle produzioni vitivinicole. Fra queste, si segnalano alcune specialità che rappresentano oggi un riferimento assoluto e collaudato per le migliori strategia di difesa.
PERONOSPORA. Tra i fungicidi a base di zoxamide (sostanza attiva di proprietà Gowan) per il controllo della peronospora, che hanno ormai dimostrato anche un eccellente effetto collaterale antibotritico, spiccano sicuramente la triplice in granuli idrodispersibili ELECTIS TRIO WDG (zoxamide+cimoxanyl+fosetyl-Al), ideale per le fasi più critiche di suscettibilità alla malattia, PRESIDIUM ONE, il formulato liquido in sospensione concentrata, che unisce le caratteristiche di ottima copertura della zoxamide con le proprietà loco-sistemiche del dimetomorf, e ZOXIUM 240 SC, il formulato puro ideale per ogni combinazione ed ogni esigenza del viticoltore.
Queste soluzioni si integrano perfettamente con FANTIC M e FANTIC F WG, antiperonosporici a base della sostanza attiva sistemica benalaxyl-M, in miscela rispettivamente con mancozeb e folpet. Benalaxyl-M, per il quale il gruppo Gowan ha recentemente acquisito i diritti esclusivi europei, è lo stereoisomero biologicamente attivo della sostanza attiva racemica benalaxyl, sintetizzato in forma pura per migliorarne le prestazioni antiperonosporiche e il profilo ecotossicologico, tanto che dal 2015 ha ottenuto anche l’Import Tolerance per gli Stati Uniti.
In apertura e chiusura, infine, ci si affida a AIRONE PIÙ, formulato innovativo e brevettato, che combina le caratteristiche di due diverse forme rameiche (idrossido e ossicloruro) in un’unica associazione sinergica e può giovarsi della moderna tecnologia formulativa WDG “Fluid Bed”, garanzia di massima praticità e qualità fungicida.
OIDIO. Un fiore all’occhiello della gamma Gowan Italia è rappresentato dall’antioidico “made in Italy” DOMARK 125, la speciale micro-emulsione di tetraconazolo (con Import Tolerance), che garantisce contemporaneamente una prolungata persistenza d’azione e un’ottima protezione sistemica della pianta. Per il controllo dell’oidio è poi in arrivo l’estensione d’impiego su vite dell’elicitore IBISCO, a base di COS-OGA, la prima “sostanza attiva a basso rischio” autorizzata a livello europeo, che riproduce le interazioni pianta-patogeno scatenando le difese naturali della pianta.
MAL DELL’ESCA. Gowan Italia presenta nel proprio catalogo l’agrofarmaco registrato per la prevenzione del mal dell’esca: il bio-fungicida REMEDIER, da impiegare dopo la potatura invernale entro la fase del pianto, per impedire l’entrata del patogeno attraverso i tagli di potatura e mantenere quindi la sanità del vigneto.
BOTRITE. Sempre nell’ambito della linea “bio-preparati” su cui Gowan sta investendo molto, la grande novità dell’ultimo anno è rappresentata dal bio-fungicida POLYVERSUM, un’esclusiva assoluta per il controllo della botrite, fino alla vendemmia, pluripremiata negli ultimi mesi per le sue caratteristiche innovative.
POLYVERSUM è il nuovo agrofarmaco naturale a base di Pythium oligandrum (ceppo selezionato “M1”), un microrganismo che agisce con una triplice modalità d’azione: mico-parassitismo diretto (degradazione enzimatica dei patogeni), induzione di resistenza (attivazione delle difese naturali della pianta) e stimolazione della crescita della pianta (produzione di fitormoni stimolanti).
L’impiego su vite non ha alcun effetto indesiderato sui processi fermentativi, inoltre, all’ottima efficacia contro botrite, aggiunge anche un’interessante attività collaterale sul marciume acido.
Sarà proprio Polyversum, assieme all’estensione Ibisco, la novità principale che sarà protagonista in questa edizione di Nova Agricoltura in Vigneto, una manifestazione in continua crescita che vede Gowan Italia partecipare fin dal primo anno per presentare ai Viticoltori, con dettagli e approfondimenti, la gamma completa di soluzioni per la difesa della Vite.

Lallemand - Lalvigne

Nella convinzione che la produzione di vini di qualità in cantina non possa prescindere dalla produzione di uve di qualità in vigneto, le divisioni Lallemand Oenology e Lallemand Plant Care hanno collaborato per la messa a punto di due innovativi prodotti naturali ad applicazione fogliare, pensati per il miglioramento della qualità del vino a partire dal vigneto: LalVigne Mature e LalVigne Aroma. LalVigne è una soluzione naturale, esclusivamente a base di specifici lieviti inattivi, che agisce a livello di superficie fogliare della vite stimolando la produzione di metaboliti secondari positivi quali polifenoli e precursori aromatici, nel pieno rispetto delle caratteristiche varietali e territoriali LalVigne Mature facilita il raggiungimento della maturità fenolica e contribuisce a un migliore equilibrio dei vini. LalVigne Aroma aumenta la quantità dei precursori aromatici tipici della varietà d’uva esaltando il profilo aromatico dei vini. Dopo un’intensa e lunga fase di ricerca e sviluppo, nel 2011 sono iniziate le prove in vigneto condotte a livello mondiale, in collaborazione con Università, Istituti di ricerca e cantine. In Italia i prodotti LalVigne™, registrati e autorizzati dal 2014, sono stati utilizzati in tutte le principali aree viticole e la loro efficacia è stata ampiamente confermata sia su varietà internazionali che autoctone, quali ad esempio Cabernet Franc, Cabernet Sauvigon, Merlot, Sangiovese, Nebbiolo, Corvina, Montepulciano, Cannonau, Chardonnay, Sauvignon Blanc, Glera, Pinot Grigio, Trebbiano, Tocai, Verdicchio, Vermentino, Garganega. LalVigne™ è uno strumento per far esprimere alle uve tutte le potenzialità del territorio.

Scam

Scam è una società totalmente italiana, che propone un’offerta selezionata e integrata di mezzi e tecniche per un’agricoltura sostenibile; per la nutrizione e la difesa delle piante, ed è il maggior produttore nazionale di concimi organo-minerali. L’azienda modenese ha scelto di posizionarsi con decisione dalla parte della trasparenza di filiera, cioè dalla parte dell’Agricoltura più avanzata per la quale “Qualità” e “Sostenibilità” non sono un semplice slogan, ma vuole consentire agli agricoltori di impostare efficaci piani di fertilizzazione e difesa per tutte le colture, nel rispetto dei Disciplinari di produzione integrata. In questo contesto, Scam si pone come protagonista per la viticoltura di qualità attraverso una serie di specifici prodotti: concimi organo-minerali, con apporti frazionati in primavera e in post raccolta, microelementi fogliari, insetticidi e fungicidi specifici. Come è stato dimostrato dalle numerose sperimentazioni con importanti centri di ricerca, da un utilizzo costante dell’offerta Scam si ottiene: razionalizzazione della fertilizzazione; ottimale sviluppo vegeto-produttivo; salubrità di germogli, foglie e grappoli; uve di qualità; valori ottimali di APA nei mosti; maggior sintesi di sostanze coloranti.
Tra i concimi organo-minerali speciali a matrice umificata (ricca di acidi umici e tasso di umificazione oltre il 35%) spicca Vignafrut MB fertilizzante granulare, caratterizzato da un rapporto NPK specifico per soddisfare le esigenze nutritive della vite, ottenere un equilibrato sviluppo vegeto-produttivo, con migliore livello qualitativo dell’uva prodotta. L’azoto è presente in tre forme per avere un rilascio graduale nel tempo ed equiparato ad una lenta cessione. L’elevato contenuto in potassio favorisce le caratteristiche qualitative dell’uva (aromi, zuccheri, colore) e una maggiore resistenza alla siccità. Il magnesio, lo zolfo e i microelementi prevengono potenziali stati di carenza e migliorano l’attività fo- tosintetica. L’ampia gamma di prodotti speciali, innovativi e ad alto contenuto tecnologico completa le esigenze nutrizionali della pianta:
- Axibor 110 E a base di boro etanolammina per migliorare la fecondazione e l’allega-
gione;
- AxiMag con magnesio fogliare preventivo contro il disseccamento del rachide;
- AxiCal calcio fogliare preventivo per evitare lo spacco dell’acino;
- Aximicro LSA un mix di microelementi per prevenire e curare le carenze multiple che causano ingiallimenti fogliari e cali produttivi;
- Fruttaflor PK fogliare ricco di potassio per aumentare la colorazione e il tenore zuccherino.
Gli agrofarmaci Scam permettono di proteggere la vite da patogeni e parassiti secondo i dettami della produzione integrata. Le nuove formulazioni e le esperienze nei vari areali italiani permettono a Scam di avere sempre prodotti aggiornati ed innovativi.
La novità 2018 riguarda l’ampliamento di etichetta alla vite di Leimay; si tratta di un importante passo avanti per un prodotto a base di amisulbrom, molecola appartenente al gruppo dei Qii (Quinone-inside-inhibitors) ad azione antiperonosporica. Grazie alle proprie specifiche caratteristiche, amisulbrom si colloca in una posizione particolare e ben definita, affacciandosi sull’ampio e articolato panorama degli antiperonosporici endoterapici. Tra i diversi antiperonosporici oggi conosciuti, amisulbrom si caratterizza per l’elevatissima attitudine a fissarsi alle cere cuticolari che rivestono gli organi erbacei delle piante, caratteristica evidenziata da un “Log P” (coefficiente di partizione ottanolo/acqua) tra i più elevati. La salvaguardia del territorio, la sicurezza e la salute degli operatori agricoli e il miglioramento del livello quanti/qualitativo delle produzioni sono priorità assolute per Scam, rese concrete dalle Certificazioni di Eccellenza, Emas, e dalla certificazione della Dichiarazione ambientale di prodotto (EPD) per i concimi organo-minerali, e dalla fiducia che tantissime aziende vitivinicole ripongono nei mezzi tecnici Scam.

Semfor

Semfor proporrà a Nova Agricoltura in Vigneto le migliori sementi per praticare i sovesci con la gamma Geopro. Le specie utilizzate hanno delle precise caratteristiche: riescono ad adattarsi al clima e al terreno che le ospita, hanno uno sviluppo molto rapido (per competere con le malerbe), hanno un ciclo di vita breve (per collocarsi in rotazione fra 2 colture da reddito) e non presentano parassiti comuni con le colture da reddito.
Semfor nei suoi miscugli da sovescio utilizza essenze certificate che appartengono a tre principali famiglie botaniche: Leguminose, Graminacee e Crucifere. Le graminacee hanno una forte capacità di intercettare i composti azotati, sono dotate inoltre di un apparato radicale superficiale, fascicolato, di norma molto esteso, con buona capacità anti-erosiva. Le leguminose incrementano la dotazione di azoto del terreno, forniscono sostanza organica di più rapida decomposizione grazie proprio al maggior contenuto di azoto, sono, per contro, poco efficienti nell’azione di cattura dell’azoto liberato nel suolo. Le Crucifere (o brassicacee) possono aiutare a contenere lo sviluppo di nematodi (e altri patogeni edafici) in quanto nella loro decomposizione liberano isotiocianato.
L’autunno è il periodo migliore per la semina del sovescio da interrare in primavera. Terminata la vendemmia, solitamente le temperature e l’umidità consentono un buon attecchimento e uno sviluppo radicale sufficiente a resistere al freddo invernale.
Il destino della biomassa prodotta viene deciso in base allo scopo che ci si è prefissati.  Si usa falciare la biomassa senza incorporarla quando si vuole sfruttare l’effetto pacciamante per conservare il terreno fresco e limitare le perdite di acqua per evaporazione. Altrimenti con la trinciatura e il successivo incorporo  della  massa nel terreno nei primi 15 cm di profondità si otterrà un effetto più diretto alla restituzione di sostanza organica. Interrando sovesci giovani (stadio fioritura) si ottiene una rapida cessione dei nutrienti contenuti nei tessuti (“effetto starter”) perché si apporta una maggiore quantità di azoto ma un minore quantitativo di sostanza secca e di humus; Se invece si interra un sovescio maturo (stadio fioritura avanzata-post fioritura), si ottiene una cessione più graduale e duratura degli elementi nutritivi perché nei tessuti sarà presente meno azoto e maggiore cellulosa.

Siriac

Nata dall’idea di creare un’impresa che da subito si potesse affermare sul mercato italiano ed estero, esercitando la propria missione con un ruolo da protagonista nella produzione e commercializzazione di specialità per la nutrizione e la difesa delle piante, Siriac, attraverso la sua organizzazione opera come azienda leader e come riferimento nel settore. Siriac si occupa di produzione e commercializzazione di fertilizzanti, con un’offerta pressoché completa, che comprende inoltre la distribuzione di un gran numero di mezzi tecnici al servizio della produzione agricola, riguardanti la difesa, le sementi specializzate, ecc., in esclusiva o partenariato con le più importanti società multinazionali del settore.
Opera sul territorio italiano ed estero, attraverso una rete di società controllate e partecipate, localizzate in aree strategiche di mercato. Tali sinergie valorizzano e sviluppano autonomamente le opportunità dei rispettivi mercati di competenza, facendo leva sulle risorse comuni del gruppo.
L’offerta dei diversi prodotti si concretizza con linee produttive qualitativamente all’avanguardia ed in continua evoluzione. In particolare i marchi storici come i nostri organo-minerali Fertisole o come i nostri idrosolubili Agrisol e Summum Algavital, dall’elevato livello tecnologico e qualitativo.
Attraverso un crescente e maturato impegno nell’applicazione della ricerca e lo sviluppo dei processi produttivi e delle tecniche applicative, Siriac si colloca quale riferimento innovativo nel settore della fertilizzazione, difesa e produzione in agricoltura. Al centro della nostra missione poniamo l’attenzione per le esigenze degli operatori agricoli: agricoltori singoli o associati, distributori, prestatori d’opera e servizi, assistenti tecnici, esperti di produzione, vero volano del comparto produttivo agricolo.
Dotati di una gamma molto articolata di prodotti, fornisce servizi, logistica ed assistenza tecnica in campo, al servizio della clientela, in grado di rispondere adeguatamente alle nuove esigenze produttive e di mercato che riguardano il settore.
La gestione dei prodotti comprende: anteriormente lo studio e lo sviluppo al fine di individuarne e valorizzarne le potenzialità. In stretta collaborazione con enti di ricerca, pubblici e privati, operanti in ambito nazionale ed internazionale, cura la sperimentazione e lo sviluppo dei prodotti innovativi.
Affronta successivamente le problematiche tecniche poste preoccupandoci dell’accertamento dell’effettivo e sicuro utilizzo, dell’adeguatezza delle risposte agronomiche, al fine di massimizzare i risultati produttivi, l’individuazione delle migliori e più efficaci soluzioni distributive e logistiche, consentendo agli operatori di accedere alle migliori pratiche e tecnologie, in maniera soddisfacente alle esigenze operative, rispondendo così all’interesse di tutto il settore. Una particolare attenzione è rivolta inoltre agli aspetti che riguardano la sicurezza alimentare e la salute umana ed animale, la sicurezza degli operatori agricoli, il rispetto per l’ecosistema agricolo e naturale, l’applicazione di tutti i sistemi in grado di diminuire l’impatto ambientale
Siriac ha suddiviso la propria offerta dei prodotti in tre cataloghi in modo da facilitare la consultazione secondo l’interesse del cliente: catalogo Basic, rappresentante le commodities; catalogo Supreme, in cui vengono riportati tutti i prodotti speciali ovvero dotati di tecnologie che consentono di massimizzare ed esaltare l’efficienza delle materie prime, biostimolanti, microrganismi, induttori di resistenza; catalogo Bio, l’insieme dei prodotti Siriac ammessi in agricoltura biologica, secondo le direttive ministeriali. L’offerta dei prodotti per questo segmento è completa e permette un’ottima nutrizione della coltura, con interessanti spunti per la difesa fitosanitaria.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome