INIZIATIVE 2014

Il nuovo Progetto Proteine Italiane

soia
INIZIATIVE 2014 – Nòvagricoltura, grazie anche al collegamento con i social network Facebook e Twitter, è uno strumento prezioso per stimolare operatori e decisori politici a considerare alcuni temi strategici e fornire orientamenti concreti.

Nel 2014 vedrà la luce il Progetto Proteine Italiane
per sensibilizzare gli agricoltori del Nord a riconsiderare
seriamente nell’ordinamento aziendale la coltura della
soia, anche perché la nuova Pac associa una percentuale
del pagamento diretto alla presenza contemporanea di
tre colture sui terreni a seminativi.

Il fabbisogno di soia supera l’80% ed è soddisfatto al
momento con massicce importazioni: già questa sarebbe
da sola una buona ragione per coltivarla. Ma la soia è
una coltura miglioratrice della fertilità dei suoli, riduce
l’uso di fertilizzanti e le emissioni, fissando azoto nel
terreno. Senza contare che, grazie alla successione, con
la soia aumenta nel tempo la
produzione unitaria di cereali.

Dunque nòva Agricoltura sosterrà
con forza l’aumento delle
superfici da destinare alla soia,
con una serie di informazioni
tecniche ed economiche, con
nuovi percorsi agronomici, con
reportage da aziende che coltivano
con successo l’oleaginosa
e inserendo nella prossima edizione,
nel luglio 2014, della manifestazione
“nòva Agricoltura in
campo” presso l’azienda Carpaneta
di Ersaf a Gazzo di Bigarello
(Mn) un ampio spazio dimostrativo
dedicato alla soia.

Un’attività agronomica prenderà il via anche nel Sud,
in particolare in Puglia, dove ad esempio il favino deve
essere promosso in successione al frumento duro.

nòva Agricoltura cercherà anche di sollecitare i decisori
politici regionali affinché accolgano nei Piani di
sviluppo rurale le raccomandazioni del Parlamento dell’Unione
europea contenute in una risoluzione risalente
al 2010. In quella risoluzione veniva suggerito un pagamento
complementare per chi prevedeva una rotazione
con almeno una coltura proteica e sussidi a chi coltivava
proteiche con percorsi agronomici sostenibili.

Altro comparto strategico per nòva Agricoltura nel
2014 sarà la viticoltura, capace di esprimere livelli eccelsi
di innovazione, sia in campagna sia in cantina.

Il terzo volume di nòva verrà infatti dedicato proprio
alla viticoltura, orientato all’innovazione e in particolare
all’applicazione dell’agricoltura di precisione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome